Connettiti con noi

Hanno Detto

Reynolds: «Mourinho alla Roma? È stata una notizia incredibile»

Pubblicato

su

Bryan Reynolds, esterno della Roma, ha raccontato ai microfoni di CBS Sport i suoi primi mesi in giallorosso

Bryan Reynolds, esterno della Roma, ha raccontato ai microfoni di CBS Sport i suoi primi mesi in giallorosso. Le sue dichiarazioni.

ROMA – «Roma è una città fantastica. Per me è stato un grande cambiamento passare dagli Stati Uniti a Roma, ma vivere qua è una cosa molto bella. Sono arrivato con Paulo Fonseca, poi ho iniziato a leggere che il tecnico sarebbe cambiato. Quando ho saputo che Mourinho sarebbe diventato l’allenatore della Roma? Wow…è stato incredibile. Non solo giocare nella Roma ma anche con uno dei migliori allenatori al mondo. Non è facile perché è un tecnico molto esigente ma l’importante è migliorare e capire cosa vuole».

DIFFERENZE – «In MLS hai il tempo di ricevere il pallone – ha proseguito Reynolds – di pensare alla prossima giocata. In Serie A è completamente diverso: il ritmo è incredibile, quando ricevi il pallone devi già sapere cosa fare, devi pensare velocemente, non hai tempo di fare altro. Anche in allenamento i ritmi sono incredibili ma quando ho avuto modo di esordire la scorsa stagione, contro il Parma, sono entrato in campo e mi sono reso conto che nulla aveva a che fare con gli allenamenti, è tutto molto più veloce. E’ un campionato bellissimo, soprattutto ora che sono tornati i tifosi. Incredibile quanto successo al gol di El Shaarawy contro il Sassuolo. Il boato dei tifosi e la corsa sotto la Curva Sud è stato qualcosa che difficilmente potevo immaginare».

RUOLO – «All’inizio della mia carriera giocavo come ala poi sono diventato un terzino, ruolo che sto ricoprendo ora. Deluso di stare in panchina? La Serie A è uno dei miglior campionati d’Europa e anche uno dei migliori a livello difensivo. Ho ancora tanto da imparare, sto dando il massimo in allenamento ogni giorno e spero di avere la mia chance».