Salas ammette: «Lo scudetto con la Lazio fu più emozionante di quello con la Juve»

salas
© foto Youtube

Le dichiarazioni di Marcelo Salas, ex giocatore di Lazio e Juventus, scelto dalla Lega Serie A come ambasciatore della finale di Coppa Italia

Marcelo Salas, ambasciatore della finale di Coppa Italia, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match tra Lazio e Juventus. Queste le sue parole: «Alla Lazio giocavo più da centravanti, anche se quando è arrivato Vieri, mi sono spostato un po’. Mi piacciono sia i veri centravanti che i falsi nuove, l’importante è segnare. Domani ci saranno molti attaccanti, come Higuain, Dybala e Immobile. Chi vince? Sarà diplomatico, dico vinca il migliore. Sarà una bella partita per gli spettatori, ma dentro il campo sarà dura. Come può migliorare questa Lazio? Bisognerebbe chiedere alla Lazio. Ai miei tempi ci furono investimenti importanti con giocatori che ci permisero di vincere tanti trofei. La Coppa Italia prima era snobbata, ora conta di più. La società vogliono vincere e questa cosa fa bene al calcio italiano. Dybala come Messi? Può crescere ancora, non so se arriverà a quel livello, ma è un grande campione. La Lazio? Ha giocatori molto bravi, Immobile avrebbe potuto giocare anche nella “mia” Lazio, così come Biglia. La scudetto vinto con la maglia biancoceleste è stato più emozionante perché non succedeva da 25 anni. Ogni anno torno a Roma e la gente ancora ricorda, è rimasto nel loro cuore. Le mie figlie sono nate tutte qui e sono contento di essere tornato».