Serie A femminile, stop o ripresa? La situazione del campionato

Salvai_Juve_Femminile
© foto www.imagephotoagency.it

L’emergenza Coronavirus ha fermato anche la Serie A femminile, bloccata dallo scorso febbraio: ecco qual è la situazione

Una Juventus Women in corsa, volata a +11 sulle inseguitrici Milan e Fiorentina, ferme a 15 gare giocate, una in meno rispetto a tutte le altre squadre. È questa la situazione della Serie A femminile, che lo scorso 22 febbraio ha giocato l’ultimo turno di campionato.

Proprio nella 16esima giornata si sarebbe dovuto disputare il big match tra viola e rossonere, dal profumo di spareggio per il secondo posto che nel femminile vuol dire un posto in Champions. L’emergenza Coronavirus ha però costretto al rinvio di quella sfida: da quel giorno, nessun club è più sceso in campo.

Dopo l’ultimo turno disputato, le giocatrici si sono unite alle rispettive Nazionali. L’Italia è volata in Portogallo per giocare l’Algarve Cup, terminata con una finale che le azzurre non hanno potuto disputare sempre per il medesimo motivo: il Covid-19, la chiusura delle frontiere e il bisogno di tornare in Patria nel minor tempo possibile.

Serie A femminile, stop o ripresa? La situazione

Tra i tanti dibattiti sulla possibile ripresa del calcio, nasce anche l’esigenza di capire quale sarà la sorte della Serie A femminile. Contrariamente al campionato maschile, le giornate da qui alla fine non sono molte. I turni sono 22: questo vuol dire che mancano solamente 6 giornate (più una per Milan e Fiorentina). Concludere la stagione sarebbe dunque l’ipotesi più sensata e percorribile. In attesa di comprendere quali saranno le decisioni della Figc, le giocatrici non smettono di allenarsi nelle proprie case, per tenersi in forma e tornare presto a solcare i campi da calcio.