Sorrentino: «Presto Dybala col Pallone d’Oro»

sorrentino chievo
© foto www.imagephotoagency.it

Il portiere del Chievo Verona, Stefano Sorrentino, ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport in occasione del lancio della sua autobiografia

Stefano Sorrentino è uno degli ultimi baluardi dei calciatori nati negli anni ’70 che militano ancora in Serie A, al pari di Totti, Buffon, Bizzarri e molti altri. Il segreto di una longevità tale da permettere una grande carriera anche alla soglia dei 40? «Gli occhi della tigre. Quella forza interiore che ti fa raggiungere un obiettivo. Ci sono stati un sacco di portieri più forti di me, però non ce li avevano. Io sì, e riesco ancora a dire la mia nonostante gli anni. Sono un testardo, e mi piacciono le sfide. Mi considero il più scarso di tutti, e proprio questo mi fa tirare fuori gli occhi della tigre» le dichiarazioni rilasciate alla Gazzetta dello Sport. «Non credo nelle favole o nella fortuna, credo di aver ottenuto quello che ho meritato. Rimpianti zero. Palermo? Una carriera intera in un anno solo. Stressante, ero capitano e mi sono caricato tanti problemi sulle spalle. Ma in quel marasma abbiamo tenuto il gruppo unito, e con una bella zampata finale siamo riusciti a salvarci. Dybala? Abitavamo di fronte, con lui c’è un rapporto stretto. E’ la semplicità fatta uomo, ed è rimasto tale nonostante si sia ritrovato con la Juve e l’Europa in mano. E poi è talmente grande in tutto ciò che fa che non mi stupirei di vederlo presto col Pallone d’oro».