Connettiti con noi

Champions League

Girone Juve Champions League: insidia Blues, ma Allegri può sorridere

Pubblicato

su

girone juve champions league

Girone Juve Champions League 2021/22: subito la grande insidia blues, ma Allegri può sorridere. L’urna è favorevole per metà

Urna benevola per metà per la nuova Juve di Massimiliano Allegri nel girone di Champions League I bianconeri, dopo un’annata complicata in Italia quanto in Europa, se la vedranno subito con i campioni d’Europa in carica del Chelsea. Zenit e Malmö vanno a completare un quadro sì complicato ma comunque alla portata della compagine bianconera. Nel dettaglio le avversarie della Juventus.

CHELSEA

Sulla carta una sorteggio peggiore non sarebbe potuto capitare ai bianconeri. Il Chelsea campione d’Europa è sicuramente un avversario ostico e molto complicato da affrontare. Si tratta di una squadra tecnica, veloce, giovane ma già molto esperta. La formazione di Tuchel si è ulteriormente rinforzata sul mercato strappando all’Inter quello che per molti è il miglior attaccante in circolazione: Lukaku va ad aggiungere fisicità e imprevedibilità ad un reparto già di per sé molto solido e pericoloso. Dopo le battaglie negli ultimi due anni in Italia, Bonucci e compagni dovranno contenere le fiammate offensive del belga in palcoscenici ancora più importanti. Meglio per i bianconeri affrontare il Chelsea nella fase a gironi piuttosto che nelle gare ad eliminazione diretta, ma ciò non toglie che lo scoglio blues rimanga comunque difficile da superare. I bianconeri si giocheranno con il Chelsea l’ambito primo posto.

ZENIT SAN PIETROBURGO

Tra le terze una delle squadre probabilmente più ambite. La Juventus ha pescato una formazione sulla carta ampiamente alla portata, ma attenzione a non sottovalutare lo Zenit. Quella di Semak è infatti una squadra sicuramente esperta e abituata a palcoscenici prestigiosi come quello della Champions League. I russi non possono certo vantare una rosa di qualità, ma restano avversari temibili: basti pensare che negli ultimi due anni la Juventus è stata costretta a salutare anzitempo la competizione contro due avversarie sulla carta abbordabili. La qualificazione della Juventus passerà anche dal doppio confronto con i russi: quello con lo Zenit di San Pietroburgo può essere lo snodo cruciale per ottenere il pass agli ottavi di finale.

MALMÖ

Una quarta avversaria alla portata della formazione di Allegri. Quella svedese è una formazione che sembra non poter dire la sua di fronte a corazzate ben più attrezzate come Chelsea e Juventus che hanno nella propria storia questa competizione. Il Malmö è tornato in Champions League sei anni dopo l’ultima volta. Una qualificazione ottenuta ai playoff ai danni del Ludogorets e sudata fino all’ultimo respiro nonostante la convincente vittoria dell’andata. Sarà fondamentale per la Juventus ottenere tutti e sei i punti in palio tra andata e ritorno contro gli svedesi per poter approdare alla fase ad eliminazione diretta.