Spagna-Italia 3-0 pagelle e tabellino

© foto www.imagephotoagency.it

Spagna-Italia, qualificazioni Mondiali Russia 2018, gruppo G: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

SPAGNA-ITALIA: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Disfatta completa per gli azzurri al Santiago Bernabeu. Gli uomini di Ventura non sono mai entrati in campo e hanno subìto il pressing spagnolo. Il modulo scelto dal ct azzurro è stato nocivo per le speranze di vittoria dell’Italia. Isco Iniesta e Koke hanno conquistato immediatamente la trequarti avversaria, tenendo il pallino del gioco dalle prime battute. Fenomenale l’esterno del Real Madrid autore di una doppietta di pregevole fattura. Morata chiude i conti con un tap-in su assist di Sergio Ramos.
Gli azzurri ora dovranno sudare per mantenere il secondo posto e tenere vive la speranza di partecipare ai prossimi Mondiali.

Spagna – Italia 3-0: pagelle tabellino

SPAGNA (4-3-3): De Gea 6; Carvajal 6.5, Ramos 6.5, Piquè 5.5, Alba 6; Koke 5.5, Busquets 6, Iniesta 7 (26’st Morata 6.5); Isco 8 (44’st Villa s.v), Asensio 6.5 (34’st Saul 6), Silva 6. Allenatore: Lopetegui 7

ITALIA (4-2-4):  Buffon 4; Darmian 5 , Barzagli 5.5, Bonucci 5, Spinazzola 4; De Rossi 5, Verratti 4.5; Candreva 6 (25’st Bernardeschi 5), Belotti 6 (25’st Eder 5), Immobile 5 (33’st Gabbiadini s.v), Insigne 5. Allenatore: Ventura 4.5

Ammoniti: Verratti; Bonucci (I)

Marcatori: Isco (10′, 40’pt); Morata (32’st)

Arbitro: Bjorn Kuipers.

SPAGNA – IL MIGLIORE

ISCO 8: Il centrocampista del Real Madrid è il vero mattatore del match. Chiude i conti nel primo tempo e gestisce il possesso palla nel secondo. Il futuro del Real e della Spagna è in buone mani

SPAGNA – IL PEGGIORE

PIQUE’ 5.5: Difficile trovare un peggiore stasera. Il difensore catalano forse risente dei fischi del pubblico madrileno e non offre una prestazione di livello.

ITALIA – IL PEGGIORE

SPINAZZOLA 4: Disastrosa la partita del terzino dell’Atalanta. Sempre preso in mezzo da Carvajal e Isco non entra mai in partita e non prende mai le misure agli attaccanti iberici.

VENTURA 4: Inspiegabili le scelte di formazione dell’ex ct del Torino. Schierare due centrocampisti, di cui uno (De rossi), non agile e reattivo si è rivelata una scelta decisiva nella sorte del match, soprattutto visto gli uomini schierati nella metà campo dal ct Lopetegui. Bisogna immediatamente ripartire dalla gara contro Israele e consolidare il secondo posto.

Spagna-Italia: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: Finisce qui la sfida tra Spagna e Italia. La squadra di Lopetegui supera con un netto tre a zero gli Azzurri in una partita senza storia dal primo all’ultimo minuto. Padroni di casa in vantaggio grazie a una splendida punizione di Isco. A raddoppiare i conti è sempre Isco, nel primo tempo, con un mancino da fuori area che si insacca nell’angolino basso. Nella ripresa Morata chiude i conti con un facile tap-in ravvicinato su assist di Sergio Ramos. Spagna prima nel girone a più tre sull’Italia.

47′ Finisce qui. Spagna batte Italia con un secco 3-0

45′ Due minuti di recupero

45′ Esce Isco entra Villa

44′ Annullato il gol di Morata, in evidente fuorigioco

40′ Le squadre ormai attendono solo il triplice fischio dell’arbitro

37′ Restano a terra Spinazzola e Morata dopo un duro scontro

35′ La spagna prova a dilagare. Azzurri in completa difficoltà

32′ Sergio Ramos lanciato sulla fascia da un lancio di De Gea mette un cross in mezzo che attraversa tutta l’area, Morata da due passi insacca alle spalle di Buffon

32′ GOL DELLA SPAGNA!!!! TRIS DELLE FURIE ROSSE

30′ Italia che non riesce a imbastire un’azione offensiva degna di nota

28′ Barzagli ferma in campo aperto Morata, lanciato a rete

26′ Esce Iniesta, entra Morata

25′ Entrano Eder e Bernardeschi escono Belotti e Candreva

22′ Carvajal dopo un assist perfetto di Isco, si trova a tu per tu con Buffon che riesce a chiudere lo specchio della porta

20′ Tiro di Candreva dalla lunga distanza, palla alta sopra la traversa

19′ De Rossi in profondità per Candreva, ma Jordi Alba è puntuale in chiusura.

17′ Koke prova il destro da fuori area: pallone alto sopra la traversa di Buffon.

15′ La spagna prova ad addormentare il gioco

13′ Darmian dal fondo, ma viene pressato e il pallone si spegne sul fondo

11′ Asensio si smarca, tira da fuori area. Pallone sul fondo

10′ Silva in profondità per Koke ma tra i due c’è un malinteso: rimessa dal fondo per l’italia

8′ Belotti su cross di Immobile non indirizza verso la porta

7′ Cross di Candreva, la Spagna spazza in calcio d’angolo

6′ Immobile fermato in posizione di fuorigioco su palla in profondità di Candreva.

4′ Italia vicina al gol! Immobile per Insigne che calcia col destro di prima intenzione: De Gea respinge in tuffo

1′ Si riparte!

SINTESI PRIMO TEMPO: La Spagna domina il primo tempo del Santiago Bernabeu contro l’Italia. Padroni di casa in vantaggio con una splendida punizione dal limite dell’area di Isco. Il raddoppio arriva sempre grazie a Isco, che con un diagonale mancino da fuori area batte un incolpevole Buffon. Italia pericolosa dalle parti di De Gea solo con un colpo di testa di Belotti, respinto dal portiere spagnolo.

45′ Finisce il primo tempo! Spagna dominante

43′ Spagna in totale controllo del match dopo aver trovato il gol del raddoppio

40′ Raddoppio della Spagna! Iniesta per Isco che salta Verratti e calcia col mancino da fuori area: Buffon si tuffa, ma non riesce ad arrivare sul pallone che termina nell’angolino basso.

40′ GOL DI ISCO. DOPPIETTA PERSONALE

37′ Bel contropiede portato avanti da Candreva, ma Iniesta ferma tutto

34′ Iniesta trova David Silva in area di rigore con un passaggio filtrante, ma il numero ventuno non riesce a controllare in modo preciso il pallone.

33′ La Spagna continua a gestire con grande disinvoltura il possesso palla.

30′ Belotti lanciato a rete, in fuorigioco

29′ La Spagna prova ad addormentare il gioco

27′ Cross morbido di Candreva, Immobile non colpisce

25′ Retropassaggio rischiosissimo di Verratti, Buffon non controlla. Corner per la Spagna

23′ Cross di Candreva in mezzo all’area, Sergio Ramos spazza

21′ Bellissimo cross di Darmian, stacco imperioso di Belotti di testa ma De Gea respinge

19′ Spagna padrona assoluta del campo, l’Italia non riesce a reagire al vantaggio spagnolo.

16′ Italia in confusione

12′ Bellissima la punizione a giro di destro del centrocampista del Real Madrid

12′ GOL DI ISCO SU PUNIZIONE

11′ Ammonito Bonucci, il quale ha atterrato Asensio lanciato a rete. Diffidato, salterà la prossima partita contro Israele

10′ Spagna pericolosa ma Bonucci chiude bene

8′ Sergio Ramos spedisce oltre la traversa

7′ calcio di punizione pericolo per la Spagna

5′ Giro palla spagnolo nella meta campo italiana

4′ Ammonizione per Verratti

1′ partiti!

Inni nazionali!

Le squadre stanno facendo il loro ingresso in campo

Spagna-Italia: formazioni ufficiali

Madrid, stadio Santiago Bernabeu. Il teatro di Spagna-Italia è il meglio che si possa chiedere ad una partita del genere. In palio il Mondiale, dopo la semifinale dell’Europeo Under 21 di giugno-luglio in Polonia. Ecco le formazioni ufficiali:

Spagna (4-3-3): De Gea; Carvajal, Ramos, Piquè, Alba; Koke, Busquets, Iniesta; Isco, Asensio, Silva. A disposizione: Morata, Deulofeu, Nacho, Niguez, Arrizabalaga, Reina, Aspas, Thiago, Azpilicueta, Monreal, Pedro. Allenatore: Lopetegui

Italia (4-2-4): Buffon; Darmian, Barzagli, Bonucci, Spinazzola; De Rossi, Verratti; Candreva, Belotti, Immobile, Insigne. A disposizione: Gabbiadini, Eder, El Shaarawy, Parolo, Perin, D’ambrosio, Astori, Bernardeschi, Rugani, Pellegrini, Conti, Donnarumma Allenatore: Ventura

Spagna-Italia: probabili formazioni e pre-partita

La Spagna non perde in casa da ben 14 anni: in particolare, nella sua storia, non ha mai subito sconfitte in patria durante le Qualificazioni Mondiali (46 vittorie e 9 pareggi). Dei 10 precedenti in terra spagnola, l’unico successo azzurro risale a un’amichevole di quasi 70 anni fa: nel 1949, allo stadio Chamartin di Madrid, la Nazionale di Valentino Mazzola si impose per 3-1 grazie alle reti di Lorenzi, Carapellese e Amadei.

Allo stadio Santiago Bernabeu di Madrid l’Italia di Ventura cerca una vittoria che potrebbe spalancare le porte di Russia 2018. Stasera, ore 20.45, gli azzurri scenderanno in campo contro la Spagna con il solo obiettivo di portare a casa 3 punti: con un pareggio infatti sarebbe quasi certo l’addio al primo posto e per guadagnare l’invito ai Mondiali bisognerebbe passare dagli spareggi. Le due squadre in questo momento sono appaiate in testa alla classifica del Gruppo G con 16 punti ma le Furie Rosse hanno una differenza reti migliore (+18 contro +14). Ventura sembra orientato a schierare un’Italia molto offensiva con Insigne e Candreva sulle fasce a supporto di Belotti e Insigne. La difesa, priva dell’infortunato Chiellini, dovrebbe prevedere Spinazzola e Darmian laterali con Barzagli e Bonucci in mezzo.

SPAGNA (4-1-4-1): De Gea; Carvajal, Sergio Ramos, Piqué, Jordi Alba; Busquets; Isco, Koke, Iniesta, David Silva; Morata. Ct: Lopetegui

ITALIA (4-2-4): Buffon; Darmian, Barzagli, Bonucci, Spinazzola; De Rossi, Verratti; Candreva, Belotti, Immobile, Insigne. Ct: Ventura

Spagna-Italia: i precedenti del match

In totale le sfide tra le due nazionali sono 36, con l’Italia che ha vinto 11 volte contro le 10 della Spagna e con i pareggi che sono stati di conseguenza 15. Una rivalità vissuta soprattutto nel lontano passato con ben tre sfide alle Olimpiadi: il primo vero scontro tra le due squadre avvenne ai Giochi Olimpici del 1920 e furono le “Furie Rosse” ad imporsi per 2-0. Successivamente gli azzurri si imposero nel 1924 e addirittura per 7-1 nel 1928.
Il gol di Meazza nel quarto di finale del Mondiale del 1934 portò gli azzurri in semifinale e poi la squadra di Vittorio Pozzo riuscì a laurearsi Campione del Mondo.

Fino al 1980 non ci sono stati scontri ufficiali, ma solo tante amichevoli.
Italia e Spagna si sono affrontate poi nell’Europeo italiano del 1980 e a San Siro terminò 0-0; poi furono ancora gli Europei del 1988 a fare da cornice ad un’altra sfida, ma questa volta ci pensò Gianluca Vialli a regalare tre punti alla squadra di Azeglio Vicini.

Si passa poi al Mondiale americano del 1994. Erano i quarti di finale e i gol di Dino e Roberto Baggio trascinarono l’Italia di Sacchi in semifinale. Una partita che verrà ricordata anche per la gomitata di Tassotti nei confronti di Luis Enrique: l’arbitro non prese alcun provvedimento, poi successivamente il difensore del Milan venne squalificato tramite la prova televisiva per otto giornate.

Quella per molto tempo è stata anche l’ultima vittoria della nostra nazionale contro la Spagna in competizioni ufficiali. L’Italia riuscì ad imporsi solamente nel 2011 in amichevole con le reti di Montolivo e Aquilani, ma sono tante le delusioni che le “Furie Rosse” hanno inflitto agli azzurri in quelle stagioni. Nel 2008, ai quarti di finale dell’Europeo in Svizzera e Austria, gli azzurri di Donadoni si arresero solo ai calci di rigore contro una formazione destinata poi a dominare tra Europei e Mondiali. Nell’edizione 2012 le due squadre si affrontarono due volte: nel girone finì 1-1 con le reti di Di Natale e Fabregas, poi la squadra di Prandelli arrivò in finale, ma a Kiev venne spazzata via per 4-0 dalle Furie Rosse. I rigori furono maledetti anche nel 2013 in Confederations Cup, quando fu l’errore di Leonardo Bonucci a condannarci in semifinale.

La serie negativa è stata spezzata nell’ultimo Europeo, quando agli ottavi di finale gli azzurri di Antonio Conte hanno giocato una delle migliori partite degli ultimi anni della nazionale italiana. Ad aprire è stato Giorgio Chiellini mentre a chiudere Graziano Pellé, con l’Italia che si fermerà solo ai calci di rigore nei quarti contro la Germania. L’ultimo precedente risale all’ottobre dell’anno scorso, ovvero la sfida d’andata chiusa sull’ 1-1 allo Juventus Stadium. Al gol di Vitolo rispose il rigore di Daniele De Rossi. Un risultato che ripetuto al Santiago Bernabeu terrebbe ancora apertissima la lotta per il primo posto, ma a quel punto gli azzurri dovrebbero sperare in un passo falso, molto improbabile, delle Furie Rosse.

Spagna-Italia: l’arbitro del match

A dirigere la sfida mondiale sarà l’arbitro olandese Bjorn Kuipers. 
Il 7 maggio 2014 l’UEFA comunica la sua designazione per la finale della Champions League 2013-2014, in programma il 24 maggio 2014 presso l’Estádio da Luz di Lisbona, tra Real Madrid ed Atlético Madrid. Con tale designazione, l’olandese entra nella cerchia ristretta dei pochi arbitri, ad aver diretto tutte e tre le finali delle maggiori competizioni europee per club: Europa League, Champions League e Supercoppa UEFA.

Il 12 giugno 2014, in occasione dei Mondiali 2014, viene designato dalla FIFA per dirigere la partita del girone D tra Italia e Inghilterra. Successivamente, dirige un’altra sfida, sempre per la fase a gironi, tutta europea tra Svizzera-Francia. Il 28 giugno infine viene designato per gli ottavi di finale, precisamente per la gara tra Colombia e Uruguay.
Nel novembre 2015 viene designato dalla commissione arbitrale UEFA per dirigere il ritorno del play off di qualificazione ad Euro 2016 tra l’Irlanda e la Bosnia – Erzegovina.
Il 15 dicembre 2015 viene ufficialmente selezionato per gli europei del 2016 in Francia. In questa manifestazione viene designato per dirigere due gare della fase a gironi, e successivamente un quarto di finale, tra i padroni di casa della Francia e l’Islanda.

 

Spagna-Italia Streaming: dove vederla in tv

La partita Italia-Spagna sarà trasmessa a partire dalle ore 20.45 in chiaro sulle frequenze di Rai 1 (e canale HD dedicato). Non è tutto però, perché la partita potrà essere seguita in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile tramite l’app Rai Play. La telecronaca dell’incontro sarà affidata ad Alberto Rimedio con commento tecnico di Alberto Zaccheroni.

Condividi