Spalletti dopo il derby: «Non commento Montella. Icardi? Me lo porto a casa»

© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter, dopo la vittoria nel derby con il Milan. Ecco le sue parole

L’Inter ha battuto il Milan per 3 a 2 grazie alla tripletta di Icardi. Luciano Spalletti, allenatore nerazzurro, ha parlato a “Sky Sport” dopo la sfida: «La linea difensiva poteva assorbire meglio la discesa di Bonaventura e Cancelo non può lasciar scappare il giocatore del Milan sul secondo palo ma bisogna anche vedere come interpretano il calcio in Spagna dove si pensa soprattutto alla fase offensiva. Montella dice che non era rigore? Nella conferenza stampa di ieri qualcosa si è detto perché ti devi anche difendere ma non vado a commentare le parole di Montella. Non do contro a lui e non l’analizzo perché altrimenti gli dovrei dare contro. E’ una persona che stimo e se sono qui è anche merito suo perché ha fatto tanti gol quando giocava per me. Mi porto a casa Icardi? A Roma una volta, per una settimana, ci ho dormito con Nainggolan. L’avevo portato in ritiro a Trigoria e lui mandava i messaggi che facevano dei post tipo casa Vianello. Mauro ha finalizzato tutti i palloni che gli sono arrivati e ha assunto anche quella posizione che gli si chiede di fare perché ogni tanto deve fare anche 20 metri all’indietro ed è stato forte dal punto di vista della personalità. E’ un giocatore forte che assorbe tutto quello che gli carichi sulle spalle».

Prosegue il tecnico interista: «Partita Scudetto con il Napoli? Ho dei calciatori interessati, dei ragazzi seri, dei professionisti sani per cui se si ha una linea e una conoscenza su dove si vuole andare diventa più facile fare risultati. L’anno scorso siamo arrivati lontani dalla vetta, quest’anno abbiamo tanto fieno in cascina, cerchiamo di andare avanti così. Se vinciamo il Napoli siamo primi? Loro giocheranno con il Manchester City ma io questa sera non avevo un ricambio a centrocampo. Brozovic ne avrà per 20 giorni, Joao Mario probabilmente non recupererà per la prossima settimana. Non abbiamo una rosa ampissima perché non abbiamo le coppe. Loro giocano le coppe ma noi abbiamo meno giocatori proprio perché non giochiamo le coppe. Santon ha recuperato ed è un giocatore intelligente che potrebbe anche fare il centrale. La partita con il Napoli è stimolante ma loro sono tanta roba e Sarri ha fatto una cosa incredibile ed è da tutti in piedi. Montella nel secondo tempo è stato bravo a cambiare le carte in tavola ma ha messo in campo una squadra offensiva e noi non siamo riusciti a palleggiare. Scudetto? Io non sto lì a piagnucolare perché si era capito che Joao Mario non sarebbe stato della partita, Cancelo ha dolore al ginocchio. Noi dobbiamo ancora crescere ma noi spingiamo al massimo e si vedrà chi ha paura a giocare questa partita perché ognuno si crea la locandina che vuole ma alla fine è il campo che parla».