Torino, Cairo: «Riprenderei Ventura. Belotti? Contenti sia noi che lui»

cairo maksimovic
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha parlato di diversi argomenti: da Mazzarri a Ventura, da Belotti a Immobile

A pochi giorni da Torino-Juventus, chi meglio del presidente Urbano Cairo per parlare del momento granata? Il numero uno torinista, intervistato sulle frequenze di RMC Sport, ha detto: «Contro la Juve sappiamo che è difficile, ma ce la giocheremo alla grande mettendo in campo tutto quello che abbiamo». Cairo ha poi parlato di Walter Mazzarri, l’attuale allenatore che sembra aver intrapreso fin da subito la strada giusta: «Mazzarri sta svolgendo un grandissimo lavoro e la squadra sta ritrovando il gioco. Ora dobbiamo dare seguito al momento positivo, i nostri giocatori stanno crescendo. Un aggettivo per definirlo? Determinato, attento ai dettagli, ambizioso». Ma l’allenatore che ha segnato maggiormente la presidenza Cairo è senza dubbio Ventura. Anche per lui Cairo ha speso parole d’elogio: «Probabilmente in Nazionale non ha avuto il giusto supporto dei dirigenti. Tornerà presto in pista e farà le fortune di chi gli darà fiducia. Io lo riprenderei sempre».

Dalla panchina al campo, l’uomo copertina di questo Torino è senza dubbio i: «Io lo paragono a Ciccio Graziani. La clausola è dovuta ad una promessa che avevo fatto nel caso si presentasse qualcuno, ma io me lo tengo stretto. La scorsa estate ho fatto così, non essendo arrivato nessuno dall’estero con i cento milioni. Se si è svalutato? Io sono contento di averlo tenuto, lui è contento di essere qui, ha avuto una stagione un po’ sfortunata ma sono convinto che può fare ancora molto bene». Diversamente andò con Ciro Immobile: «Lo avrei trattenuto, ma non voleva restare e io non voglio trattenere nessuno controvoglia».