Connettiti con noi

Hanno Detto

Udinese, Molina: «Devo tanto a Gotti. Ricordo il gol alla Juve, domenica ci proveremo»

Pubblicato

su

Molina

Nahuel Molina, esterno dell’Udinese, ha parlato della sua esperienza italiana e della sfida alla Juve di domenica: le sue parole

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Nahuel Molina, esterno dell’Udinese, ha analizzato la sua esperienza bianconera, con un occhio alla sfida di domenica contro la Juve:

GOL ALLA JUVE – «Me lo ricordo molto bene, il Tucu che dà palla a Rodri che mi serve sulla corsa e batto Szczesny. Poi sbagliammo noi, ma anche l’arbitro che diede la punizione a loro. Per me c’era fallo su Stryger, non di Stryger. Domenica sarà dura, i giocatori italiani sono carichi dopo l’Europeo. Ma ci proveremo..Sono molto amico con Bentancur della Juve, che ritrovo domenica. Ho scambiato con lui la prima maglia italiana. Siamo cresciuti insieme al Boca». 

DE PAUL – «Mi ha preso sotto braccio, mi ha dato una direzione, mi ha aiutato molto, anche con l’Argentina. Mi ha fatto essere tranquillo. Ora io e il Tucu sentiamo la responsabilità, ma qui c’è gente esperta come Okaka, Nuytinck, Samir. Lo scorso anno abbiamo patito i troppi infortuni e il covid, stavolta speriamo di fare qualcosa in più della salvezza. Altrimenti Pozzo ci manda in ritiro. Ma in Argentina è peggio. A Rosario se perdevi non uscivi neppure per far la spesa».

GOTTI – «Devo tanto al mister , perché dal primo giorno ho sentito grande fiducia. Mi fa imparare dagli errori. Mi insegna a tenere la linea e vuole che vada all’attacco. A me piace essere servito sulla corsa e tirare di destro, forte».

PERMANENZA – «Sto bene qui, vivo in centro. Non è Buenos Aires, è tranquilla. Amo pasta e prosciutto, ma qui ti controlla il nutrizionista. Tra qualche settimana tornerà Barbara, la mia ragazza da 5 anni».