Udinese, Okaka: «Voglio la Nazionale. Europei? Resto umile»

Iscriviti
okaka udinese
© foto www.imagephotoagency.it

Stefano Okaka, attaccante dell’Udinese, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni del Guardian: queste le dichiarazioni del calciatore bianconero

Stefano Okaka, attaccante dell’Udinese, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni del Guardian.

NAZIONALE – «Tornare in Nazionale è stato incredibile per me, nessuno può capire cosa abbia significato. Le persone a Udine mi hanno aiutato molto fin dal primo giorno e ho ripreso fiducia in me stesso. Sono venuto qui per dimostrare le mie qualità e per aiutare la squadra: ho bisogno che le persone mi amino, sono fatto così. Mancini mi conosce ed è un tecnico fantastico, ha creato qualcosa di unico in Nazionale, facendo un lavoro incredibile dopo anni difficili per l’Italia».

RAZZISMO – «Il problema non sono gli stadi o i vari Paesi, devono essere educate le persone e i bambini, solo così risolveremo i problemi. Il mondo è cambiato e il calcio pure».

WATFORD – «Ho iniziato bene, segnando anche contro il Liverpool, poi però ho avuto qualche problema con l’allenatore e non sono più stato impiegato. Nessuno mi ha mai spiegato il perché e non ci ho potuto fare niente. A quel punto ho lasciato il Watford e ho ricominciato la mia carriera. Amo questo sport e cerco sempre di reagire. Continuerò a lottare sempre».

EUROPEI – «Voglio rimanere umile e aiutare la mia squadra, senza pensare a cosa potrebbe succedere a fine anno. Devo fare il mio lavoro, poi vedremo cosa accadrà».