Connettiti con noi

Hanno Detto

Udinese, ecco Samardzic: «Onorato di essere qui. Mi ispiro a Messi e…»

Pubblicato

su

Lazar Samardzic, centrocampista tedesco in forza all’Udinese, è stato intervistato dai microfoni della televisione ufficiale del club

Lazar Samardzic, neo acquisto dell’Udinese, ha rilasciato un’intervista ai microfoni della tv ufficiale dei bianconeri friulani. Ecco cosa ha detto:

UDINESE – «Sono onorato di venire all’Udinese, un club molto organizzato con tantissima storia. So che questo club è famoso. Mi piace come lavorano e mi sento molto a mio agio. Mi sembra di stare in famiglia. La serie A è il miglior campionato in Europa. So che è un campionato diverso da quello tedesco, sono venuto qui per giocare e per mettermi più in evidenza rispetto all’anno scorso».

RUOLO – «Ho sempre giocato da centrocampista, posso giocare da mezz’ala o da trequartista. La mia posizione preferita è quella a ridosso degli attaccanti».

UDINE – «L’impatto con la città è stato positivo, mi piace molto la città. A Udine le persone sono molto accoglienti e dimostrano affetto ai giocatori. La città è piccola e mi sento molto a mio agio perché è a dimensione di uomo. Ora mi impegnerò anche per imparare l’italiano».


ISPIRAZIONI – «Conosco la storia di Bierhoff ma non ho ancora avuto l’occasione di parlare con lui. Appena arrivato mister Gotti mi ha chiesto se potessi giocare all’indomani nel test contro il Cjarlins. Mi sono messo subito a disposizione perché voglio giocare e voglio dimostrare le mie qualità. Il mister mi dà sempre delle indicazioni precise. Ci sono diversi giocatori che giocano nella mia posizione dai quali cerco di prendere ispirazione: su tutti Bruno Fernandes, che ha anche vestito la maglia bianconera in passato, e Messi».

GRUPPO – «Ho trovato un gruppo bellissimo e molto affiatato, tutti i giocatori mi mettono a mio agio. Ci sono elementi molto bravi come Pereyra, che ha segnato due gol nella gara contro l’Ascoli, ma anche altri come Molina, Stryger Larsen, Deulofeu e Pussetto. Il mio obiettivo è quello di giocare tanto, aiutare la squadra e segnare tanto. La squadra è molto forte e ricca di qualità. Ci sono le possibilità per raggiungere posizioni alte in classifica».