Connettiti con noi

Calcio Estero

Di Campli: «Verratti ricattato e minacciato dal PSG. La storia non si compra»

Pubblicato

su

L’ex agente di Verratti: «PSG, non puoi comprare la storia. Basta calcio usa e getta. Sono a favore della Superlega, così rimangono fuori»

L’ex procuratore di Marco Verratti Donato Di Campli ha parlato a Fanpage.it lanciando nuove frecciatine all’emiro del PSG. Di seguito le sue parole.

PANDEMIA – «Il Covid ha dato una mazzata tremenda e qualcuno deve fare dell’ingegneria finanziaria. E si fa soltanto in un modo: facendo giocare i giovani del vivaio. Se si continuano a prendere mezzi giocatori dall’Europa abbiamo sbagliato tutto».

PSG – «Il PSG vuole comprare la storia, ma la storia si scrive e non si compra. Quello che stanno facendo a Parigi è un calcio usa e getta».

SUPERLEGA – «All’inizio ero contro, ora dopo questo mercato fuori schema del PSG sono a favore. Così loro stanno fuori e la Champions che portano a casa, se la portano a casa, non vale nulla. Non hanno nemmeno vinto il campionato di Francia lo scorso anno, pensa un po’ come sono messi».

VERRATTI – «Io non potrei mai parlare male di Marco perché è una persona a cui voglio bene e che devo ringraziare per tutta la vita. Tutti quanti ora salgono sulla carrozzone, ma è troppo facile. Quando l’ho portato al PSG tutti dicevano: ‘È piccolo, cosa deve fare là?’. Ora tutti lo vogliono. Ma che ne sanno quelli che gli stanno attorno di Marco Verratti? Non sanno nemmeno cosa pensa nel suo intimo».

RICATTO – «Lui è stato ricattato dal PSG e minacciato di essere messo fuori rosa se avesse continuato a chiedere la cessione al Barcellona. Questo perché la proprietà non ha bisogno di denaro, per loro cento milioni sono spiccioli, e gli hanno detto di accantonarmi. Poi sono venuti da me a dirmi che non volevano più comunicare con me, suggerendogli di cambiare agente».