Verso Torino-Carpi: tutte le novità di Mihajlovic

torino mihajlovic
© foto www.imagephotoagency.it

Un Torino imbottito di seconde linee affronta il Carpi in Coppa Italia: Mihajlovic regala una chance ai giovani Milinkovic-Savic, Bonifazi e Gustafson

Questa sera all’ Olimpico Grande Torino andrà in scena Torino-Carpi, sfida valida per il quarto turno di Coppa Italia. In palio la qualificazione agli ottavi di finale contro la Roma. Per Mihajlovic è l’occasione giusta per vedere all’opera chi ha giocato di meno in questo inizio di stagione. Ecco dunque pronti a debuttare i giovani Milinkovic-Savic e Bonifazi, con il primo che dovrebbe prendere il posto di Sirigu tra i pali e il secondo che per la prima volta troverà spazio nella retroguardia granata permettendo così di far rifiatare N’koulou.  L’altro centrale difensivo sarà Lyanco, che ritorna nell’assetto iniziale dopo quasi due mesi di assenza. Per il brasiliano è l’opportunità di far ricredere il tecnico, che spesso ha preferito affidarsi all’ esperienza di Moretti e Burdisso. Sulla sinistra il recuperato Barreca pare in ballottaggio con Molinaro, con il primo che pare in vantaggio. Ansaldi dovrebbe dunque riposare. Il solito De Silvestri a destra completa il reparto arretrato.

A centrocampo la novità è Gustafson. Lo svedese si è visto poco fino ad ora, chiuso dalla forte concorrenza degli altri centrocampisti granata, e in questa partita dovrà far di tutto per lanciare segnali al tecnico. Valdifiori, anche lui in cerca di spazio, troverà posto al centro della mediana, mentre Obi occuperà il ruolo di mezzala sinistra. In attacco si rivedrà dal primo minuto Iago Falque, lasciato inizialmente in panchina domenica scorsa contro il Milan. Stasera lo spagnolo è indiscutibilmente il giocatore con più qualità in campo, il suo compito sarà quello di prendere per mano una formazione giovane e di portarla ad una tranquilla vittoria, cercando di evitare figuracce. Il resto del tridente offensivo sarà composto da Boye e Niang (attenzione alle quotazioni in salita di Berenguer). Quindi ancora  probabile occasione per il franco-senegalese, spesso contestato dalla tifoseria per il suo avvio di stagione tutt’altro che brillante. L’argentino invece sostituirà Belotti.