Aic, Campana: “Inaccettabile il ritardo degli stipendi”

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

“Resta prioritario il problema comune alla serie B, alla Prima e alla Seconda divisione, del ritardo nel pagamento degli stipendi. Non è più accettabile che i calciatori debbano continuare a dare la prestazione e a sopportare inadempienze della società  pesantemente penalizzanti”. Lo ha detto all’assemblea dell’Associazione italiana calciatori il presidente Sergio Campana. Una delle proposte dell’Assocalciatori riguarda l’aumento dei minimi di stipendio, “fermi da diversi anni – si legge nella relazione – e ormai anacronistici”.
L’Assocalciatori sta inoltre discutendo con la Federcalcio “sull’assetto da dare al fondo di garanzia – prosegue la nota – dopo il recesso della Lega Pro e quello prossimo della Lega di Milano, o meglio della Lega di serie A e della Lega di serie B. Diventa sempre più probabile la gestione diretta da parte della Federazione, che peraltro già  contribuisce in modo sostanziale al finanziamento del fondo e che vorrebbe diminuire i massimali di contribuzione”.
Con la Lega sono in corso trattative “sulla sosta invernale per i campionati di A e B. Le richieste dei calciatori mirano ad ottenere una sosta di circa 20 giorni, con i primi sette di riposo”. Infine, l’Assocalciatori propone la “redistribuzione delle risorse secondo logiche di sistema, a favore delle società  di B, Prima e Seconda divisione”.

Fonte: repubblica.it