Arsenal-Milan 3-1: pagelle e tabellino

© foto www.imagephotoagency.it

Arsenal-Milan, ritorno ottavi Europa League 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

ArsenalMilan 3-1, i rossoneri passano in vantaggio con il gran gol di Calhanoglu ma sono poi beffati da una clamorosa decisione arbitrale: il rigore concesso a Welbeck e realizzato dallo stesso riporta la contesa sui binari inglesi. Qualificazione poi certificata nella ripresa: assalto iniziale del Milan, poi le reti di Xhaka – con la complicità di Donnarumma – ed ancora di Welbeck. La spedizione italiana porta una sola compagine ai quarti di finale di Europa League: la Lazio di Inzaghi, il Milan viene eliminato nonostante un’ora di gioco di grande livello. Va avanti l’Arsenal.

Arsenal-Milan 3-1: pagelle e tabellino

MARCATORI: pt 36′ Calhanoglu, 39′ Welbeck rig., st 27′ Xhaka, 41′ Welbeck

Arsenal (4-2-3-1): Ospina 6; Bellerin 5.5, Mustafi 6, Koscielny s.v. (11′ pt Chambers 6), Monreal 5.5; Ramsey 7, Xhaka 6.5; Ozil 6.5 (34′ st Kolasinac s.v.), Wilshere 7, Mkhitaryan 5 (25′ st Elneny 5.5); Welbeck 6.5. A disposizione: Cech, Maitland-Niles, Iwobi, Nketiah. Allenatore: Arsene Wenger

Milan (4-4-2): Donnarumma 5; Borini 6.5, Bonucci 6.5, Romagnoli 5.5, Rodriguez 5.5; Suso 6.5, Kessié 5.5 (34′ st Locatelli s.v.), Montolivo 5.5, Calhanoglu 7 (25′ st Bonaventura 5); Silva 6, Cutrone 6 (22′ st Kalinic 5). A disposizione: Storari, Musacchio, Zapata, Biglia. Allenatore: Gennaro Gattuso

ARBITRO: Jonas Eriksson (Svezia)
NOTE: ammoniti Donnarumma, Romagnoli, Borini, Monreal, Suso

ARSENAL – IL MIGLIORE

Wilshere 7: C’è in tanti dei break orchestrati dall’Arsenal, assolve la funzione richiestagli da Wenger, ossia quella di raccordare il centrocampo ai due trequartisti – Ozil e Mkhitaryan – e di conseguenza al riferimento offensivo Welbeck. Nel finale di primo tempo costringe Donnarumma a fare il miracolo: conclusione potentissima, l’estremo difensore rossonero si oppone con un prodigio. Dai suoi piedi nasce l’azione del definitivo 3-1.

ARSENAL – IL PEGGIORE

Mkhitaryan 5: Non riesce in alcun modo ad iscriversi al corso della gara: non incide, non trova lo spunto personale, non segue i compagni in termini di movimenti, è spesso in ritardo infatti sui suggerimenti che gli arrivano da Ozil come da Monreal. Un’ora abbondante e Wenger lo richiama in panchina, ancora da integrare al meglio negli schemi offensivi dell’Arsenal.

MILAN – IL MIGLIORE

Calhanoglu 7: Sua la fiamma che accende la gara: dopo un’abbondante mezzora interlocutoria trova un colpo estemporaneo dalla media distanza, calcia di mezzo-esterno con raro abbinamento di potenza e precisione, non può nulla Ospina in estensione. Ci mette qualità quando viene chiamato in causa, deve trovare il modo per incidere con maggiore continuità sulla partita.

MILAN – IL PEGGIORE

Donnarumma 5: Una serie di prodigi – su tutti quello in chiusura di primo tempo sul bolide di Wilshere – prima della topica che chiude il discorso qualificazione: Xhaka calcia dalla distanza ma la sua conclusione appare controllabile, l’intervento del portiere però è debole e la sua respinta di fatto manda il pallone nella sua porta. Ma Gigio è talmente forte che non si lascerà abbattere dall’errore.

Arsenal-Milan: diretta live e sintesi

SEGUI LA DIRETTA LIVE SU MILANNEWS24

SINTESI SECONDO TEMPO – Milan che parte forte nel tentativo di riaprire la contesa qualificazione, ha diverse chance prima di capitolare in occasione del gol di Xhaka, agevolato dall’errore di Donnarumma. Tris definitivo di Welbeck, doppietta personale per lui.

47′ – Fischio finale: Arsenal-Milan 3-1

45′ – Due minuti di recupero

44′ – Tentativo di un super Wilshere: palla che va fuori per questione di centimetri

41′ – TRIS ARSENAL! Cross di Wilshere e colpo di testa di Ramsey che trova l’eccellente parata di Donnarumma, nulla può l’estremo difensore rossonero sul tap-in ravvicinato di Welbeck

37′ – Ci prova ancora Suso: doppia deviazione che smorza la sua battuta

34′ – Nel Milan Locatelli per Kessié, nell’Arsenal Kolasinac per Ozil

33′ – Sugli sviluppi conclusione di Suso: palla che non va fuori di molto

32′ – Cross di Borini per André Silva: colpo di testa deviato da Mustafi, Ospina si salva in angolo

30′ – Discorso qualificazione ovviamente chiuso: al Milan ora servirebbero tre gol per accedere ai quarti di finale dell’Europa League

27′ – VANTAGGIO ARSENAL! Gli inglesi segnano il gol decisivo con Xhaka: tiro dalla distanza che trova il clamoroso errore di Donnarumma, respinta sbilenca e palla nella porta rossonera

25′ – Altra sostituzione per il Milan: Bonaventura rileva un ottimo Calhanoglu

24′ – Nell’Arsenal Elneny per Mkhitaryan

23′ – Subito una chance per il croato, che errore! Cross perfetto di Bonucci dalla destra e colpo di testa indisturbato di Kalinic, palla troppo debole che viene agevolmente bloccata da Ospina

22′ – Cambia Gattuso: Kalinic per Cutrone

20′ – Montolivo di contro-balzo: palla alle stelle

18′ – Forcing Milan alla ricerca del gol che regalerebbe un finale da urlo

15′ – Milan ancora vicino al gol! Girata fulminea di Cutrone, la palla va fuori di un nulla!

14′ – Contatto Bellerin-Silva in area inglese: Eriksson non ravvede gli estremi per il penalty

12′ – Chambers sporca l’assist perfetto di Montolivo per Cutrone

10′ – Break Arsenal e piattone di Ramsey: c’è potenza ma non precisione

8′ – Milan vicino al nuovo vantaggio: azione insistita, irrompe Suso e calcia con il suo mancino da posizione favorevole, palla che va fuori di poco

6′ – Azione tutta in velocità dell’Arsenal: la chiude Mkhitaryan, bene Donnarumma sul primo palo. Sugli sviluppi del corner termina alto il colpo di testa di Mustafi

5′ – Bel taglio di Suso per Calhanoglu, appena in ritardo per il colpo di testa

4′ – Conclusione ravvicinata di Ramsey, si oppone Romagnoli

3′ – Diagonale di Kessié: Ospina controlla agevolmente

1′ – Si riparte: via alla ripresa di Arsenal-Milan!

SINTESI PRIMO TEMPO – Accade tutto in un rovente finale: è Calhanoglu a sbloccare la gara con un gol capolavoro dalla distanza, poi il calcio di rigore regalato all’Arsenal per presunto contatto Rodriguez-Welbeck. Quest’ultimo realizza e concede un ingiusto pareggio ai suoi.

48′ – Intervallo: Arsenal-Milan 1-1

47′ – Prodigio di Donnarumma sul bolide di Wilshere: intervento clamoroso dell’estremo difensore rossonero!

46′ – Tentativo di Ramsey: palla appena a lato

45′ – Due minuti di recupero

43′ – Ci prova Cutrone: conclusione deviata in corner

41′ – Ora è il Milan a chiedere un calcio di rigore: mani di Chambers, che però aveva toccato prima il pallone con il corpo. Non c’è nulla

39′ – PAREGGIO ARSENAL! Calcio di rigore regalato all’Arsenal per presunto contatto Rodriguez-Welbeck, che non può giustificare la concessione di un penalty, peraltro l’attaccante si è visibilmente lasciato cadere: si incarica della battuta lo stesso Welbeck che spiazza Donnarumma

37′ – Donnarumma salva sul bolide di Ramsey!

36′ – VANTAGGIO MILAN! Che gol di Calhanoglu! Colpo improvviso dai venticinque metri del centrocampista turco, mezzo-esterno di rara potenza e precisione che non lascia scampo ad Ospina in estensione!

35′ – Tiro-cross di Suso: palla che esce alla destra di Ospina

33′ – Buona spinta di Borini: il suo cross per Cutrone viene letto in anticipo da Xhaka

30′ – Milan che ora deve alzare i ritmi e cercare la via del gol con maggiore costanza: senza almeno un gol il discorso qualificazione neanche si apre

26′ – Doppio passo e conclusione sul primo palo di Welbeck, attento Donnarumma ben posizionato nell’occasione

25′ – Break di Kessié ed assist per Calhanoglu, serie di finte e contro-finte e cross per Cutrone, palla sul corpo di Mustafi

20′ – Ozil per Mkhitaryan, stavolta è Romagnoli a spezzare la trama

18′ – Gran cross di Monreal per l’inserimento di Mkhitaryan, ottimo l’anticipo di Montolivo

17′ – Kessié cerca Cutrone in profondità, ma i giri non sono quelli giusti

14′ – Milan che appena può si riversa nella metà campo avversaria: l’Arsenal, dopo uno sbandamento iniziale, ora risponde azione su azione

11′ – Koscielny non ce la fa: al suo posto Chambers

9′ – Problemi per Koscielny: caduto male dopo il precedente colpo di testa, schiena dolorante

5′ – Sul seguente corner stacca Koscielny, palla alta

4′ – Rodriguez riesce ad opporsi ad un’iniziativa di Bellerin

1′ – Chance clamorosa per il Milan! Sovrapposizione di Borini ed assist per André Silva che manca un gol facile dall’interno dell’area di rigore: conclusione sull’esterno della rete

1′ – Partiti: via ad Arsenal-Milan!

Al Milan tocca l’impresa per continuare a percorrere la strada dell’Europa League: il tonfo di San Siro nella gara d’andata favorisce evidentemente l’Arsenal di Wenger, che potrà gestire uno 0-2 sul proprio campo. Per accedere ai quarti di finale il Milan dovrà vincere di due gol di scarto dal risultato di 1-3 in poi, o con tre gol di scarto. Tra pochi minuti via alla cronaca live con gli aggiornamenti in tempo reale su Arsenal-Milan. Scelte ufficiali: unica novità nell’Arsenal – rispetto alle indicazioni emerse alla viglia della gara – è l’impiego sul versante sinistro difensivo di Monreal e non di Maitland-Niles. Solo conferme in casa Milan: assetto interamente votato all’attacco, giocheranno insieme Suso, Calhanoglu, Silva e Cutrone. C’è anche Borini in formazione, esterno basso della linea a quattro proposta da Gattuso.

Arsenal-Milan: formazioni ufficiali

Arsenal (4-2-3-1): Ospina; Bellerin, Mustafi, Koscielny, Monreal; Ramsey, Xhaka; Ozil, Wilshere, Mkhitaryan; Welbeck. Allenatore: Arsene Wenger

Milan (4-4-2): G. Donnarumma; Borini, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Kessié, Montolivo, Calhanoglu; Silva, Cutrone. Allenatore: Gennaro Gattuso

Arsenal-Milan: probabili formazioni e pre-partita

Wenger sceglie il 4-2-3-1 come nella gara d’andata, probabile spazio alla schiera di trequartisti con Ozil, Wilshere e Mkhitaryan alle spalle del riferimento offensivo Welbeck. Gattuso punta invece – rispetto al suo 4-3-3 base – su un 4-4-2 a proiezione offensiva, nel tentativo di recuperare il doppio svantaggio: saranno Suso e Calhanoglu ad agire sulle corsie laterali, a supporto di due attaccanti, nello specifico dovrebbero essere Cutrone e André Silva, che si è finalmente sbloccato anche in campionato con il gol al Genoa.

Arsenal (4-2-3-1): Cech; Bellerin, Mustafi, Koscielny, Maitland-Niles; Ramsey, Xhaka; Ozil, Wilshere, Mkhitaryan; Welbeck. Allenatore: Arsene Wenger

Milan (4-4-2): G. Donnarumma; Borini, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Kessié, Montolivo, Calhanoglu; Silva, Cutrone. Allenatore: Gennaro Gattuso

Così l’allenatore dell’Arsenal Arsene Wenger nella conferenza stampa di presentazione del match: «Ci sono pressioni ma non mi sorprendono. Siamo i favoriti dopo il risultato d’andata ma dobbiamo scendere in campo fornendo la prestazione che ci si attende da noi, dobbiamo dare tutto. Ci siamo allenati oggi, sono tutti a disposizione a parte Lacazette. Mkhitaryan? Si sta ambientando bene. Ha grande qualità e sono felici ma non sono sorpreso. Wilshere? Spero possa andare in Nazionale. Non so se rinnova. Ha un contratto in scadenza e a fine stagione sarà libero di andare via. Io vorrei che restasse all’Arsenal e per questo gli abbiamo presentato una proposta per il rinnovo: spero che resti. L’Europa League non è la Champions? Tutti vorremmo essere in Champions ma anche in questa competizione ci sono grandi squadre come Milan, Atletico Madrid, Borussia, ecc. Vincendo ci sono più opportunità di vincere le partite successive, dobbiamo vincere anche domani».

Le parole del tecnico rossonero Gennaro Gattuso: «Non andremo a fare una Pasquetta. Spero in una gara diversa dall’andata. Siamo nati pronti, è difficile ma nel calcio e nello sport non c’è cosa più bella di sovvertire i pronostici. Hanno grande qualità, non li abbiamo mai sottovalutati. Sappiamo che sarà difficile, a San Siro ci hanno devastati nel primo tempo sotto tutti i punti di vista. Per la maglia che indossiamo, abbiamo il dovere di provarci».

Arsenal-Milan: i precedenti del match

La storia dei precedenti tra Milan ed Arsenal sorride agli italiani: due qualificazioni ad uno è il bilancio in favore dei rossoneri. Il primo doppio confronto risale al 1995 per l’assegnazione della Supercoppa Europea, ai tempi da disputare in doppia sfida di andata e ritorno: 0-0 in Inghilterra, poi Boban e Massaro alla Scala del calcio per il 2-0 che concesse la coppa al Milan. Gli altri due precedenti sono in chiave Champions League, entrambi validi per gli ottavi di finale: nell’edizione 2007-08 a passare fu l’Arsenal, che dopo lo 0-0 di Milano trovò la qualificazione ai quarti grazie al 2-0 di Londra firmato Fabregas e Adebayor, clamoroso l’epilogo dell’ultimo doppio scontro nell’edizione 2012-13.  Il poker rifilato dal Milan all’Arsenal nella prima tornata pareva mettere al riparo la qualificazione da ogni colpo di scena, puntualmente sfiorato nella gara di ritorno: 3-0 per l’Arsenal ed occasioni finali per centrare quelli che sarebbero stati miracolosi tempi supplementari. Primo faccia a faccia invece in Europa League: la gara d’andata ha sorriso agli inglesi.

Arsenal-Milan: l’arbitro del match

Dirige lo svedese Jonas Eriksson, fischietto classe 1974, arbitro Fifa dal 2002. Nessun precedente stagionale con Arsenal e Milan, per lui si tratta della prima gara in Europa League dopo le quattro dirette in Champions League, una delle quali ha interessato un club italiano: la Roma, in occasione della roboante vittoria ottenuta sul Chelsea con il risultato di 3-0.

Arsenal-Milan Streaming: dove vederla in tv

Arsenal-Milan sarà trasmessa a partire dalle ore 21.05 in diretta sulle frequenze satellitari di Sky Sport (canali Sky Sport 1 e Sky Calcio 1, anche in HD) e in chiaro su TV8. Non è tutto, perché la partita sarà visibile anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile tramite app Sky Go.