Il Bocia diventa Gesù in una chiesa

© foto www.imagephotoagency.it

Fu proprio lui a dire: «Papa Francesco è il più grande ultrà di oggi»

Da non crederci, eppure è vero: il “Bocia”, il famoso capo-ultras dell’Atalanta (al secolo Claudio Galimberti) finisce in croce come Gesù. Stavolta non è un modo di dire, ma proprio la verità: il “Bocia” è stato dipinto proprio come Gesù e non in un luogo qualsiasi o per strada, ma all’interno dell’abside della chiesa di San Giovanni XXIII, che si trova nel complesso dell’ospedale di Bergamo. A commissionare l’opera la curia, a realizzarla invece tale Andrea Mastrovito, artista bergamasco piuttosto vicino agli ambienti ecclesiastici ma, soprattutto, tifoso incallito dell’Atalanta e soprattutto amico del Galimberti, uno di quei soggetti che di santo non ha proprio molto… Condannato in primo grado per tifo violento, il “Bocia” al momento è sotto sorveglianza da parte delle autorità, che gli hanno impedito per un anno e mezzo di uscire di casa la sera. Nonostante questo, di fatto, sembrerà un po’ blasfemo ma è così, adesso il Galimberti è un novello Gesù da Bergamo. Se non ci fosse da piangere ci sarebbe quasi da ridere… 

IL BOCIA: «PAPA FRANCESCO ULTRÁ» – Per il momento la curia bergamasca ha preferito non rilasciare dichiarazioni in merito alla controversa opera di Mastrovito, anche perché di mezzo c’è un complicato procedimento di comunicazione tra la curia stessa, la commissione che si è occupata dei lavori e l’artista. In ogni caso, secondo qualcuno, si tratterebbe tutto sommato di interpretazioni personali: quel Gesù dipinto in chiesa potrebbe essere il “Bocia”, ma pure no (anche se la somiglianza è notevole). Del resto proprio il Galimberti, in passato, aveva dimostrato (a modo suo) una certa fede. Ad esempio, proprio nel corso di un processo, ebbe il coraggio di dire in un’aula di tribunale: «Il più grande ultrà che abbiamo oggi è Papa Bergoglio». Si trattava ovviamente di una iperbole un po’ azzardata, ma adesso che pure lui è finito in croce (seppur in maniera figurata) come Gesù, nulla ci pare troppo.