Bari, Rivas: “Non abbiamo un terminale offensivo”

© foto www.imagephotoagency.it

Doveva essere la stagione della sua esplosione definitiva, invece il campionato dell’argentino Emanuel Benito Rivas, è stato un flop sotto tutti i punti di vista: dagli infortuni interminabili alle prestazioni inconcludenti in campo.

L’argentino ha parlato oggi in conferenza stampa e Orgoglio barese.it ha raccolto le sue dichiarazioni,partendo dalla gara pareggiata contro il Catania:”Finalmente in campo e senza guai fisici.Domenica mi sentivo bene e credo di aver disputato una buona gara.Sono andato vicino anche al gol anche se è stato annullato.Sinceramente non ho visto nessun fallo,era un gol regolare.Peccato poteva essere un gol importante per me e per la squadra!”

Il ragazzo di Quilmes analizza ancora una volta la disastrosa stagione biancorossa e focalizza la sua attenzione sul reparto offensivo:”Disputare quasi tutto il campionato senza il bomber che ti fa la differenza è un handicap non da poco.Un giocatore come Barreto fa la differenza non solo in zona gol,ma è anche importante per il gioco della squadra.A questo aggiungiamo anche le assenze protratte degli altri attaccanti.E’ innegabile che non abbiamo un terminale offensivo!”

Domenica scorsa è stato esposto un striscione in curva che definiva “mercenari”i calciatori del galletto, cosi l’ex Arezzo:”Indubbiamente non fa piacere leggere certe cose e subire la contestazione,ma dopo un campionato brutto come il nostro ci sta.Continueremo ad allenarci e a dare il massimo come stiamo facendo negli ultimi tempi.E’ evidente come ora giochiamo con piu’ rabbia e determinazione,cosa che prima ci mancava!”

Fonte: Nicola Lucarelli per orgogliobarese.it