Benevento, Vigorito: «Avrei firmato per questa posizione. Europa? Perché no»

Iscriviti
Vigorito
© foto www.imagephotoagency.it

Oreste Vigorito ha parlato dell’ottima stagione che sta disputando il suo Benevento

Oreste Vigorito, presidente del Benevento, in una intervista a Centro Suono Sport ha parlato dell’ottima stagione che sta disputando la sua squadra con Inzaghi alla guida.

POSIZIONE IN CLASSIFICA – «A inizio anno avrei firmato per questa posizione in classifica. Possiamo tranquillamente dire che non c’era un quotidiano che non ci dava come una squadra pronta per la retrocessione. I calciatori stanno facendo grandi prestazioni, abbiamo sia vinto sia perso partite che non ci aspettavamo. Sono felice dei risultati sul campo, in 15 anni di presidenza non ho mai mosso una critica». 

FLESSIONE – «La flessione è causa solo di ricorrenti infortuni e di partite ravvicinate. Ho riflettuto per anni sulla flessione della mia squadra in questo periodo, e credo che i motivi siano solamente questi, ci succede spesso dopo la ripresa di Natale. Abbiamo avuto 3/4 infortunati a settimana a rotazione. Alcuni di loro hanno impiegato più tempo per la ripresa. Ora, fortunatamente, sono un paio di giorni che la rosa è al completo e si stanno alleando tutti. Per ora siamo sereni, anche se ci aspettano un ciclo di partite molto difficili. Dopo il Napoli, incontreremo lo Spezia e il Verona; lì dovremo fare quello scatto in avanti per garantirci la salvezza». 

PROSSIMO TRAGUARDO – «Noi veniamo da una C2, non avevamo neanche uno stadio a norma. Credo sia necessario partecipare al campionato con l’idea di migliorarsi sempre. Possiamo pensare ad un nuovo record l’anno prossimo, magari pure l’Europa ad esempio». 

SCUDETTO – «L’Inter. Mi sta impressionando molto, Conte ha una grande personalità e poi hanno una rosa molto lunga, con ottimi cambi». 

RETROSCENA REYNOLDS – «Credo che avesse la penna in mano per firmare il foglio. Ma poi sarebbe comunque stato un ingaggio pesante per il Benevento, se proprio devo investire lo faccio per tenerli a me e non per un bonus rapporti con gli altri club».