Benitez: “Tutto sull’offerta della Sampdoria. Su Italia-Spagna…”

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex allenatore di Valencia, Liverpool ed Inter, Rafa Benitez, ha parlato oggi in esclusiva ai microfoni di “Sky Sports News“, dove ha approfondito i motivi relativi al suo rifiuto alla proposta della Sampdoria di prendere in mano la gestione tecnica del club blucerchiato. L’allenatore iberico ha infatti spiegato: La Sampdoria ha fatto una proposta seria, è stato un approccio concreto il loro nei miei confronti, molto professionale come club ed hanno un progetto vero ed ambizioso. Io però aspetterò l’offerta di un club che possa soddisfare i miei desideri e le mie aspettative di lottare per vincere titoli. L’offerta della Sampdoria era ottima, mi fa piacere del loro interesse, ma attendo un’altra opzione. La priorità per me resta la Premier League, ma sono pronto a valutare anche altre proposte. Voglio trovare un club da poter portare ai vertici in Europa ed in Inghilterra, per lottare per la vittoria di Premier League, Champions League o Europa League”.

In merito alla suggestione fatta da Michel Platini di disputare il prossimo Europeo in 13 città distinte sparse nel Vecchio Continente, Benitez risponde: “Mi pare un’idea innovativa, fresca e che potrebbe portare giovamento per la competizione. Potrebbe essere una buona ipotesi per il futuro”.

Infine, un commento sulla finale che si giocherà tra Italia e Spagna: “Ci saranno in campo 8-9 giocatori che giocano nelle fila di Real Madrid e Barcellona, dunque due dei più forti club al mondo, ma anche quelli impegnati fino a poco tempo fa e dunque avvertiranno la stanchezza. La gara contro il Portogallo ha dimostrato che c’è un po’ di stanchezza residua nelle gambe di alcuni elementi. Credo che la finale sarà vinta col cuore più che con la freschezza fisica. Tuttavia, la squadra è ottima e l’intesa pure. Credo che del Bosque stia facendo del suo meglio. La squadra gioca bene, ma arrivare fino in fondo e vincere ogni anno non è facile”.