Bologna, Diamanti: “Ho detto no ad offerte più importanti”

© foto www.imagephotoagency.it

Il Bologna punta forte su Alessandro Diamanti in vista della prossima stagione. Il centrocampista ex Brescia, intervistato dal “Corriere dello Sport – Stadio”, ha rilasciato alcune dichiarazioni che vi riproponiamo in parte: “Perchè Bologna e non l’Inghilterra? Perchè a Bologna c’era Bisoli e perchè ho qualcosa dentro che mi avvicina e mi lega a Bologna e al Bologna. Se non fosse arrivato il Bologna, sarei tornato a giocare all’estero, dovunque. Da tutte le parti. Ho una moglie internazionale, poi è bello girare con il proprio lavoro. Si può dire che ho rifiutato offerte di altre squadre di Serie A anche più blasonate del Bologna. Lo stipendio abbassato? Quando si va a stare bene, i soldi non contano niente. Il mio ruolo? Mi sento un trequartista vero, anche se devo imparare ad andare maggiormente negli spazi. Il trequartista deve saper fare tutto. Nazionale? Ci tengo da morire, l’ho già  detto, ma il mio primo pensiero è giocare bene con il Bologna. Bisoli? Prima di tutto è una persona onesta che io ho conosciuto in Serie C nel calcio vero, che dice sempre le cose come stanno e che per la squadra si butterebbe anche nel fuoco. Io più calmo ora? Diciamo che ero un ragazzo esuberante, come d’altra parte tutti i ragazzi della mia età , ma ho fatto piccole cose, cose non importanti. Poi ero gestito male. Comunque, con il tempo ho capito anche che uno rende meno quando vive troppo fuori dal campo”.