Connettiti con noi

Hanno Detto

Cairo: «I bilanci delle squadre italiane sono falcidiati dall’assenza del pubblico»

Pubblicato

su

Cairo

Urbano Cairo, presidente del Torino e di RCS, ha parlato dal palco del Festival dello Sport di Trento

Urbano Cairo, presidente del Torino e di RCS, ha parlato dal palco del Festival dello Sport di Trento. Le sue partole riportate da TMW.

«Il pubblico è parte integrante dello spettacolo. E’ stata una mancanza di una parte importante, per noi del Torino è mancato un nuovo in campo. E poi è mancato tanto anche dal punto di vista economico: i bilanci delle squadre italiane e straniere sono pesantemente falcidiati dall’assenza del pubblico. Dalla riduzione anche del calciomercato, per alcune era importante per chiudere anche con un piccolo utile. Ho letto numeri stratosferici, miliardi di euro in meno. Anche in Italia mancano all’appello centinaia di milioni, va fatto qualcosa per il sistema calcio che è lo sport più amato degli italiani. Quando si è vinto l’Europeo, addirittura, c’è stato un incremento del PIL di 1.5 miliardi. Qualcosa va fatto, lasciare le squadre in condizioni di mancanza di liquidità, con bilanci pesantemente in passivo non è una buona cosa. Il calcio contribuisce con 1 miliardo di contribuzione fiscale al bilancio dello Stato, ci sono 300mila persone che lavorano. Nel calcio ci sono costi fissi e i ricavi sono scesi. Il cinema ha avuto aiuti importanti ed è giusto ma così come il cinema è stato aiutato in modo notevolissimo, così deve esser aiutato anche il calcio. Benissimo gli stadi riaperti ma i bilanci sono in gravissima crisi, qualcosa di più va fatto. Anche il cinema paga ai grandi attori le grandi somme come il calcio i grandi ingaggi. Non so cosa ma qualcosa si può fare».