Antonini: «Milan, spero di tornare»

© foto www.imagephotoagency.it

Il terzino ha presentato la sfida del Milan contro l’Empoli

«Spero di tornare con un ruolo nel settore giovanile, dove ho cominciato da giocatore. Sarebbe un bel sogno per me», ha dichiarato Luca Antonini commentando l’ipotesi di un suo ritorno nel Milan.

GLI AZZURRI – Il terzino dell’Ascoli, intervenuto telefonicamente a Milan Channel, ha parlato poi della sfida contro l’Empoli per i rossoneri, tirando in ballo la sua esperienza nel club toscano: «Grazie a Malesani ho cambiato ruolo: mi ha trasformato da esterno offensivo a terzino. In quella stagione nell’Empoli ho giocato una delle mie migliori partite contro il Milan, infatti a fine partita anche Galliani mi fece i complimenti. Quello è stato il preludio per il mio ritorno in rossonero. L’Empoli è sicuramente una delle sorprese degli ultimi due anni. Sarri ha fatto benissimo e Giampaolo se la sta cavando molto bene. E’ una squadra difficile da affrontare: è giovane e corre tanto. Sarà dura per il Milan, ma sono convinto che giocheranno con la determinazione giusta. Il Milan non deve sbagliare l’atteggiamento».

I ROSSONERI – Antonini ha poi proseguito parlando della stagione rossonera: «Pensavo che il Milan potesse far meglio nella prima parte della stagione, ma sono subentrate molte difficoltà. Mihajlovic forse aveva bisogno di tempo per sistemare la squadra e imporre il suo stile di gioco. Il presidente e Galliani sono stati bravi a dargli tempo. Consigli? A Sinisa direi di far capire cosa rappresenta la maglia del Milan. Balotelli? Arriva da un brutto infortunio, ma è molto forte. Non ha avuto la giusta continuità negli ultimi anni per far vedere che è veramente un grande giocatore. Bonaventura? E’ il giocatore più importante del Milan, è fondamentale perché detta tempi e segna. Boateng? Se viene recuperato anche lui, il Milan potrà dire la sua».