Connettiti con noi

Calciomercato

Calciomercato Milan: domani arriva Bakayoko, poi sprint per Adli e Corona

Pubblicato

su

Bakayoko

Calciomercato Milan: Diavolo scatenato, domani arriva Bakayoko poi si stringerà per Adli e Corona. I dettagli

Il Milan è pronto a completare l’acquisto numero nove e – in seguito – anche i numeri dieci e undici. Una squadra di calcio al servizio di Pioli che dovrà amalgamare velocemente i vecchi con i nuovi innesti per creare un mix competitivo. Secondo La Gazzetta dello Sport domani sarà il giorno dell’arrivo a Milano di Tiemoué Bakayoko. Poi toccherà a due jolly da inserire là dove occorre fantasia, tra la fascia e la trequarti. Yacine Adli e Jesus Corona sono i prescelti e l’attrazione è ricambiata, perché entrambi gradirebbero traslocare a Milanello. Il dialogo con Bordeaux e Porto è in atto e procede senza pause: in cinque giorni si può arrivare a un mercato da undici.

L’investimento ideale nei piani del Milan non supera i 20 milioni per la coppia, ma ci sarà da discutere con i rispettivi club. Per adesso al Portello si godono la fumata bianca con il Chelsea per il ritorno di Bakayoko: domani il francese sbarcherà a Milano per il classico iter che tra visite e test fisici lo porterà alla firma con i rossoneri. La formula sarà la stessa di allora: prestito con diritto di riscatto. Milan e Chelsea sono d’accordo, l’operazione si farà, anche se queste ore serviranno a definire del tutto la cifra che sbloccherà l’acquisizione definitiva la prossima estate.

Cresce la fiducia anche per Adli. Per arrivare alla fumata bianca ballano 5 milioni, perché il Milan offe 10 e i francesi ne chiedono 15, ma da via Aldo Rossi filtra fiducia. Anche perché, se non si dovesse riuscire a trovare la quadra entro la fine di questo mercato, i rossoneri sono pronti a ridiscutere l’affare nella finestra di gennaio. In ogni caso, Adli non escluderebbe Corona: nei piani di d.t., d.s. e del- l’a.d. Gazidis, i due profili non sono affatto alternativi. Per il giocatore del Porto la richiesta è di 13 milioni mentre il Milan non si spingerà oltre i 10.