Balotelli, la pazienza è finita

© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante oggi sarà titolare, il Milan non ha ancora deciso il suo futuro

Contro il Sassuolo, tra qualche ora, sarà titolare: Mario Balotelli ritroverà finalmente in campionato il suo Milan dal primo minuto, ma potrebbe essere una delle ultime occasioni per lui, se non l’ultima, per guadagnarsi la riconferma in rossonero. In prestito secco dal Liverpool fino alla fine della stagione, Balotelli quest’anno non ha ancora convinto del tutto il Milan, sia in termini di prestazioni, che di impegno. A tutto ciò vanno poi aggiunti i problemi fisici che lo hanno tenuto per diversi mesi lontano dai campi. Di fatto, già qualche giorno fa, il presidente Silvio Berlusconi aveva aperto alla possibilità di tenere l’attaccante anche la prossima stagione, ma è chiaro che la riconferma può passare soltanto da una serie di prestazioni all’altezza. Con l’infortunio di M’Baye Niang, Sinisa Mihajlovic ha così deciso di puntare decisamente su Mario in avanti: sarà lui a giocare insieme a Carlos Bacca contro il Sassuolo. Dopo il gol all’Alessandria in Coppa Italia, una nuova occasione per segnare. 

MILAN: MIHAJLOVIC AVVISA BALOTELLI – Proprio ieri, in conferenza stampa, Mihajlovic, confermando che Balotelli avrebbe giocato dal primo minuto oggi, ha provato in qualche modo a responsabilizzarlo: Mario, che ha vinto il ballottaggio con Jeremy Menez (a detta del tecnico serbo per una maggiore condizione fisica), è stato di fatto messo davanti ai fatti. Con Bacca in avanti sarà lui a dover trascinare l’attacco rossonero contro il Sassuolo dimostando di certo maggiore impegno rispetto alle ultime uscite stagionali: proprio la mancanza di impegno e l’atteggiamento in campo avevano fatto infuriare Mihajlovic nelle settimane scorse. Tracciando un quadro complessivo, riporta La Gazzetta Sportiva oggi, appare chiaro come per Balotelli sia arrivato il momento del dunque: dovrà sfruttare l’occasione per guadagnarsi la riconferma. Il Liverpool non avrebbe problemi a cederlo a titolo definitivo di certo in estate, ma starà al Milan presentare la propria offerta: ultima chiamata in arrivo.