Connettiti con noi

Editoriale

Calendario Serie A: Inzaghi e Gasp inizio soft, Allegri e Pioli subito contro

Pubblicato

su

calendario serie a

Serata di presentazione per il calendario Serie A 2021-2022 che per la prima volta sarà asimmetrico tra girone d’andata e ritorno

Benvenuto calendario Serie A 2021-2022. Il primo passo verso la prossima stagione si è dunque compiuto con la presentazione in grande stile del campionato che scatterà tra una quarantina di giorni scarsa.

Un calendario innovativo per la Serie A rispetto al passato in quanto proporrà un successione asimmetrica tra andata e ritorno sulla falsariga di quanto succede già da tempo in altri tornei nazionali.

Sorteggio che si preannuncia soft nelle fasi iniziali per l’Inter campione d’Italia. Simone Inzaghi avrà infatti tutto il tempo di familiarizzare con la sua nuova rosa, visto che il primo scontro diretto arriverà solo alla sesta giornata. Il 26 settembre ci sarà infatti l’incrocio con l’Atalanta di Gasperini, altro tecnico che potrà dormire sonni piuttosto tranquilli nei primi 35 giorni di campionato.

ABBONATI A DAZN PER AVERE TUTTA LA SERIE A AL PREZZO SPECIALE DI € 19,99. HAI TEMPO FINO AL 28 LUGLIO

Chi invece dovrà fare subito i conti con le rivali d’alta classifica sono Pioli e Allegri, attesi dal testa a testa dello Stadium in programma già alla quarta giornata. E la settimana precedente, due appuntamenti stuzzicanti per entrambe: per il Milan ci sarà la rinnovata Lazio a San Siro, per la Juve la sempre problematica trasferta di Napoli, primo match clou anche per gli uomini di Spalletti.

Rossoneri a parte, per i biancocelesti ci sarà un primo mese tutto sommato accettabile con all’esordio la sfida del cuore per Sarri, impegnato a Empoli. Ancor più promettente si presenta invece il calendario per José Mourinho, il cui primo impegno da circoletto rosso sarà proprio il derby della Capitale in programma nel sesto turno della Serie A.

Denso di sliding doors sarà invece la scansione delle giornate per la Fiorentina di Vincenzo Italiano. Roma, Atalanta e Inter già prima di ottobre, la Juventus al Franchi per concludere una Serie A che nell’ultima domenica vedrà proprio i bianconeri vivere l’impegno più problematico. Sulla carta, naturalmente.

Advertisement