Connettiti con noi

Hanno Detto

Caso plusvalenze, Pecoraro: «Non sono sorpreso, la Juve lo ha nel DNA»

Pubblicato

su

Pecoraro
Ascolta la versione audio dell'articolo

L’ex capo della Procura federale Pecoraro ha parlato del caso plusvalenze che coinvolge principalmente la Juve

Giuseppe Pecoraro è stato capo della Procura federale dal 2016 al 2019. Si è dimesso per dissensi con i vertici Figc ed è spesso stato avversario legale della Juventus. Lo ha intervistato il Corriere della Sera sul caso plusvalenze.

CASO PLUSVALENZE – «Non sono sorpreso. Il sistema calcio è sbagliato, lo dico da sempre. È un fatto culturale, la Juve ce l’ha nel Dna: interessa solo vincere. Ma per riuscirci in Europa servono risorse infinite, perché competi con colossi che si arricchiscono con il petrolio e il gas e non con il lavoro degli uomini, come la famiglia Agnelli. Per tenere il passo di Psg, City e Chelsea si ricorre alle plusvalenze. E diventa un problema di regole. Non vengono rispettate: manca il controllo di bilanci, fideiussioni, tutto. Ci sono grandi società che trovano club complici e fanno le plusvalenze».

LEGGI L’INTERVISTA INTEGRALE SU JUVENTUS NEWS 24