Champions League: 0-0 dopo i primi 45′, Inter in dieci

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Mourinho trova il modo di stupire anche nelle emergenze, scegliendo Chivu al posto di Pandev infortunato, con il rumeno piazzato in mezzo al campo e il modulo trasformato in un 4-3-1-2 più prudente.
I blaugrana iniziano il prevedibile assedio alla metà  campo nerazzurra, anche se senza pericoli di grande rilevanza: il primo vero tentativo verso la porta interista arriva al 22′ ed è opera di Pedro, che di rimbalzo da centroarea mette fuori.
Al 28′ arriva il primo episodio di una certa rilevanza: manata senza però violenza di Thiago Motta su Busquets, ma De Bleeckere estrae il rosso per l’interista. Il calciatore era già  ammonito, ma l’arbitro ha deciso per il rosso diretto, senza mostrare il secondo giallo, anche se dal replay la decisione è parsa eccessiva.
Quattro minuti dopo arriva la prima vera palla-gol blaugrana, con Messi che trova lo spunto ed un gran tiro, ma Julio Cesar ci mette la punta delle dita. Il portiere viene ammonito poco dopo per aver ripreso il gioco con troppa lentezza.
Su un “break” da parte dell’Inter, Piquè ruba palla a Sneijder che rimane a terra, con il Barà§a che continua a giocare e trasforma l’azione in offensiva, ma appena la palla giunge a Messi, Chivu si immola e compie un intervento irregolare che costa il giallo al difensore rumeno.
La frazione termina 0-0 senza troppi rischi per l’Inter che tiene benissimo nonostante l’uomo in meno.