Champions League, girone F: Napoli – Olympique Marsiglia, pagelle

© foto www.imagephotoagency.it

Higuain il migliore in campo

CHAMPIONS LEAGUE GIRONE F NAPOLI OLYMPIQUE MARSIGLIA – Ecco le pagelle della sfida del San Paolo tra Napoli ed Olympique Marsiglia, impegno valevole per la quarta giornata dei gironi eliminatori della Champions League 2013-14 e terminato sul risultato di 3-2.

Napoli (4-2-3-1)

Reina 6 – Non può davvero nulla sul preciso colpo di testa di A.Ayew né su Thauvin, reti che non macchiano la solita prestazione attenta e il ruolo di leader carismatico della retroguardia partenopea.

Maggio 5.5 – Si lascia sovrastare da A.Ayew in occasione del gol che dà il vantaggio agli ospiti; per il resto ha il difficile compito di arginare Valbuena e lo stesso A.Ayew quando si allarga dalle sue parti.

Fernandez 6 – Un’ammonizione procurata da un errore in disimpegno di Higuain ed una prestazione appena sufficiente: alterna recuperi importanti a qualche leggerezza di troppo.

Albiol 6.5 – Divide con Reina la leadership della difesa: gli errori commessi oggi dalla retroguardia azzurra non sono certamente imputabili allo spagnolo.

Armero 5.5 – Si incolla a Thauvin e punta a non concedergli neanche un metro: si aiuta con la sua velocità ma oggi sembra anche particolarmente concentrato. Spinge come un forsennato nella ripresa, rovina la prova con il clamoroso buco in diagonale che spalanca la porta alla conclusione ravvicinata dello stesso Thauvin.

Dzemaili 5.5 – Qualche errore di troppo in fase di costruzione della manovra, non lascia nulla di intentato in termini di corsa e dunque di interdizione ma alla lunga risulta poco lucido.

(dal 90’ Behrami) s.v.

Inler 7 – Nel momento di maggiore difficoltà per la sua squadra trova il jolly con un colpo sensazionale: il suo sinistro dal limite dell’area di rigore è da antologia. La sensazione è sempre la stessa e si fa via via più forte: maggiormente responsabilizzato dalla gestione Benitez, si trova più a suo agio rispetto al recente passato ed è dunque in evidente crescita complessiva.

Callejon 6.5 – Abile anche in fase di suggerimento, come dimostra l’assist al bacio servito a Mertens in avvio: dal suo destro parte anche l’azione del 2-1. Il solito supporto alla fase di non possesso a turno su A.Ayew e Valbuena.

Pandev 5 – Ha il merito – in compartecipazione con Diawara – di fornire l’assist ad Higuain in occasione del 2-1, ma per l’intero primo tempo fatica ad incidere e trovare la posizione giusta. Cala ulteriormente nella ripresa e giustamente Benitez procede alla sostituzione.

(dal 66’ Hamsik) 7 – Mezzora di qualità impressionante: non sbaglia una palla e garantisce qualità alle trame offensive degli uomini di Benitez.

Mertens 6.5 – Pronti via e fallisce un’occasione clamorosa a tu per tu con Mandanda: si riscatta nella ripresa con l’assist perfetto servito al Pipita abile a tramutarlo nel 3-2.

(dall’83 Insigne) 6.5 – Entra e alla prima palla giocata coglie il palo rischiando di chiudere definitivamente la gara.

Higuain 7.5 – Alla prima palla buona è letale e trafigge Mandanda, facendosi perdonare l’errore del Velodrome: è letale anche nella ripresa, quando si fa trovare nella posizione giusta per finalizzare l’assist di Mertens. Attaccante di livello assoluto: dopo aver messo in mostra le sue enormi qualità nelle vesti di assist-man, questa sera è la volta della finalizzazione e si dimostra centravanti spietato.

 

Olympique Marsiglia (4-2-3-1)

Mandanda 5.5 – Non brilla, alle volte sembra poter fare di più.

Abdallah 5 – E’ il meno tranquillo della linea difensiva, tanti gli errori nelle letture delle situazioni di gioco.

Diawara 5 – Macchia una prima mezzora impeccabile con l’indecisione che poi lascia spazio ad Higuain sul 2-1: nella ripresa si conferma balbettante con più di un’indecisione.

N’Koulou 6 – Meno impetuoso rispetto all’ottima prova del Velodrome, resta sicuramente più affidabile dei suoi compagni di reparto.

Morel 5.5 – Deve affrontare un cliente scomodo come Josè Callejon e si arrangia come può, meglio nella prima frazione di gara che in una ripresa in cui va in affanno.

Cheyrou 5.5 – Aiuta senz’altro più del compagno di reparto la fase di costruzione della manovra: ci riesce a sprazzi.

Romao 5.5 – Più dedito all’interdizione del gioco partenopeo, soffre quando si elevano i ritmi e fa meglio quando è il Marsiglia ad aggredire I padroni di casa.

(all’83 Lemina) s.v. – Si rende pericoloso con una conclusione dalla distanza.

Thauvin 7 – Tra i quattro uomini offensivi scelti da Baup nel primo tempo è quello che riesce meno ad entrare nel vivo della partita: cambia decisamente lo spartito nella ripresa, quando si accentra e spaventa in più di un caso i tifosi azzurri siglando peraltro la rete del momentaneo 2-2.

Valbuena 5.5 – Si scambia spesso di posizione con A.Ayew, la tecnica di base è di elevatissimo livello. Non sembra però nella migliore delle sue serate, poco ispirato e Baup lo toglie dal campo anticipatamente.

(dal 56’ Payet) 6 – Entra solo a sprazzi in partita ma ha qualità.

A.Ayew 6.5 – Molto mobile, perentorio lo stacco di testa con il quale si impone su Maggio e trafigge un incolpevole Reina, meno presente nella fase di massima spinta del suo Olympique.

J.Ayew 6.5 – Fa decisamente meglio di quanto era riuscito a Gignac nella sfida del Velodrome: dà profondità, rientra verso I centrocampisti per cercare palla e pressa come un forsennato.

(dal 67’ Gignac) 5.5 – Statico, non incide.