Connettiti con noi

2009

Chelsea, Ancelotti: “Non abbiamo mai avuto il controllo della partita”

Pubblicato

su

Carlo Ancelotti non riesce a nascondere un pò di rammarico per la sconfitta del Chelsea contro l’Inter, che è valsa l’eliminazione dei Blues dalla Champions League.
Ecco le parole del tecnico emiliano a Sky: “Sorpreso dalle scelte di Mourinho? No, non è stata una sorpresa. La sorpresa è stata il grande lavoro che hanno fatto sia Pandev che Eto’o nel controllo dei nostri terzini e la pressione fatta che non ci ha permesso di giocare come volevamo. Come mai così poco incisivi? Proprio perchè non abbiamo mai avuto il totale controllo della partita e questo ci ha impedito di avere la possibilità  di creare occasioni. Non c’era continuità  nella nostra partita. La partita l’Inter non l’ha vinta tanto per la qualità , quanto per la forte pressione messa in ogni zona del campo. Con tre attaccanti e una mezzapunta avere così tanta pressione non era semplice, ci vuole predisposizione al sacrificio. L’Inter candidata alla vittoria finale? Certamente si, l’Inter ha le qualità  per poter arrivare in fondo a questa competizione. Lo ha dimostrato oggi e alla partita d’andata. Rammarico per l’andata? No, il rammarico è oggi. Dovevamo fare meglio. Se Abramovich mi aveva chiesto la Champions? Obbligatoriamente no (ride, ndr). E’ chiaro che è un dispiacere per noi, per lui, per i tifosi, per tutti. Ora dobbiamo pensare al campionato e magari questa partita potrà  essere uno stimolo per ripartire. Squadra attendista? E’ legato al fatto che non siamo riusciti a fare il gioco che volevamo fare per via della grande pressione.”