Club più ricchi d’Europa: si salva solo la Juventus

juventus-torino
© foto www.imagephotoagency.it

Classifica Football Money League di Deloitte. Calcio inglese domina la scena, Manchester United in vetta mentre solo la Juventus salva l’onore del calcio italiano

Anche i ricchi (non) piangono: così potrebbe titolarsi il report annuale Football Money League, ranking stilato puntualmente da Deloitte che mette in ordine i clubs di calcio in base ai ricavi della stagione 2016/17. A far la voce grossa è ancora una volta la Premier League mentre le squadre italiane devono accontentarsi di fare capolino in classifica, con la Juventus al decimo posto, primo club tricolore. Nulla cambia al vertice, con il Manchester United che si conferma capo classifica, in virtù anche dei risultati del campo che lo hanno visto trionfare in Europa League e FA Cup. A ciò si aggiunge la qualificazione diretta alla Champions League, il proprio primo posto con €676.3 milioni, sebbene registrando un meno 12 rispetto alla stagione precedente. in particolare, il totale dei ricavi dello United è così sezionato: 325 milioni da sponsorizzazioni e merchandising, 225 milioni in diritti tv e 125 generati dagli incassi ai botteghini dell’Old Trafford. 

Al secondo posto si attesta il Real Madrid che, forte della doppietta Liga – Champions, ha generato €674.6 milioni di ricavo, ben 50 in più rispetto alla stagione sufficiente. Cifra che comunque permette alla dirigenza dei blancos di superare gli arcirivali del Barcellona, rimasti appena sotto quota €650 milioni.

La Juventus è la prima delle italiane, sistematasi al 10° posto, identica posizione della stagione passata: per i bianconeri ricavi che segnano un positivissimo +67 milioni, per un totale di €405.7 milioni. Bene anche l’Inter che si sistema al 15° posto, con un recupero di ben quattro posizioni rispetto al 2015/16. I ricavi, come riporta Deloitte, salgono a 262,1 milioni rispetto ai 179,2 milioni registrati l’anno prima, merito in particolare della serie di accordi commerciali stipulati dalla dirigenza cinese Suning.

Interessante anche il miglioramento del Napoli che sfonda il muro dei 200 milioni, un bel balzo in avanti rispetto ai € 144.2 registrati nella stagione precedente. Tuttavia per la dirigenza De Laurentiis c’è ancora molto da lavorare, dato che il totale è decisamente è sproporzionato fra le voci: 147 milioni giungono dai diritti tv, 34 dall’area commerciale (merchandising e sponsors) ed appena 19 sono stati i milioni incassati per merito dell’affluenza allo stadio San Paolo.

La classifica, nel complessivo, vede ancora la Premier League dominare il palcoscenico, con ben 10 squadre nella Top 20, mentre passando ad analizzare le prime 30 posizioni, sono addirittura 14, sebbene tale dato rimanga distante dal record di 17 segnato nel 2014/15.

La Serie A rimane alla pari con gli altri tornei top d’Europa, piazzando tre squadre come per Liga e Bundesliga, mentre solo il ricco PSG fa felice la Ligue 1 con la sua presenza solitaria.

Classifica Football Money League