Conferenza stampa Ancelotti: «Dimissioni? Non ci ho mai pensato» – VIDEO

Conferenza stampa Ancelotti: le parole del tecnico del Napoli alla vigilia del match di Champions contro il Liverpool

Carlo Ancelotti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Champions contro il Liverpool. Ecco le sue parole.

STATO D’ANIMO – «È legato alla consapevolezza che non stiamo facendo bene, che dobbiamo fare molto di più e siamo qui per preparare una partita molto importante, che richiede massima attenzione per aver la possibilità di raggiungere il primo obiettivo stagionale. A differenza dello scorso anno, quando siamo venuti qui con una sola possibilità, ci siamo costruiti due possibilità: passare il turno domani o nell’ultima partita. La squadra sa che deve fare meglio, la società sa che deve fare meglio, l’allenatore sa che deve fare meglio. Siamo tutti coinvolti per cercare una soluzione immediata ai problemi che abbiamo avuto». 

DIFFERENZE SERIE A CHAMPIONS – «In Europa abbiamo dimostrato il nostro valore, in campionato no. Dobbiamo fare meglio, perché in campionato abbiamo avuto troppe difficoltà. Siamo stati condizionati dai troppi pareggi: siamo tutti dispiaciuti di questo e motivati a cambiare le cose»

MOMENTI DIFFICILI«Di momenti difficili nella carriera di un allenatore ce ne sono sempre. Questo fa parte della stagione, se ne esce con la volontà e l’impegno da parte di tutti a cercare di migliorare le cose. C’è unità d’intenti, checché se ne chiacchieri. Prima o poi quindi se ne uscirà»

INSIGNE – «Chi è venuto qui è disponibile, gli altri sono indisponibili. Insigne ha provato ieri ma aveva fastidio al gomito. Tagliamo le illazioni: non poteva giocare. Sarebbe venuto molto volentieri da capitano per aiutare la squadra, ma la sua indisponibilità è evidente: è uscito a Milano per infortunio»

DIMISSIONI – «Alle dimissioni si può pensare. Ci sono aspetti importanti legati alla fiducia delle persone con cui lavori, quindi società e giocatori. Se mancano queste cose si può pensare alle dimissioni. In trent’anni non ho mai pensato alle dimissioni, e basterebbe che manchi una sola delle due cose. Qui sta succedendo esattamente lo stesso, proprio per questo dico che la situazione è momentanea e che c’è unità d’intenti. Poi le problematiche ci sono in tutti i gruppi. Si può andare più o meno d’accordo, ma ne usciremo»