Parma, D’Aversa: «Non dormo quando perdo. A rischio? Sono il responsabile»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Roberto D’Aversa, tecnico del Parma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro l’Udinese: ecco le sue dichiarazioni

Roberto D’Aversa, tecnico del Parma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro l’Udinese.

CONTRO IL VERONA «A Verona siamo partiti bene, forte. Zirzkee ha bisogno di crescere, è giovane e si deve ambientare. Ci manca Inglese, Cornelius sta crescendo. Ma la mancanza di reti è un discorso generico che va migliorato. Penso che non facciamo le cose in maniera determinata».

BASTONI, KULUSEVSKI E I GIOVANI «Questi nomi dimostrano che non mi sono mai posto limiti di età nel far giocare giocatori giovani, se pronti. E’ chiaro che rispetto ai ragazzi che abbiamo quest’anno dobbiamo dividere chi è arrivato a gennaio e chi a settembre. E’ normale che manca il processo del ritiro e chi arriva a gennaio possa avere difficoltà perchè si cerca il risultato. Serve tempo ma di tempo non ne abbiamo».

COME RISOLLEVARSI «Dobbiamo andare in campo con coraggio. Abbiamo una rosa di giocatori forti e lo penso veramente. La maggior parte sono giocatori che già c’erano l’anno scorso, dobbiamo andare in campo con coraggio, per dominare e vincere il duello. Dobbiamo andare alla ricerca del risultato, basta una scintilla per far svoltare gli aspetti negativi in positivi».

A RISCHIO? «Ci confrontiamo ogni settimana con il presidente e mi ha garantito che non c’è stato nessun incontro. Alla fine di ogni partita si analizza la situazione, non posso pensare di non essere responsabile quando abbiamo fatto un punto in sei partite. Ma tutti dobbiamo ragionare così. Sulle critiche sono abituato, mi è arrivato addosso di tutto. Mi dà fastidio se si tocca la professionalità, che non è mai mancata. Vi garantisco che non dormo la notte quando perdo. Ho un rapporto pessimo con la sconfitta».