Connettiti con noi

Calcio italiano

Conferenza stampa Dionisi: «Contro lo Spezia sarà una grande prova di maturità»

Pubblicato

su

Dionisi
Ascolta la versione audio dell'articolo

Conferenza stampa Dionisi: le parole del tecnico del Sassuolo alla vigilia del match contro lo Spezia

Alessio Dionisi, tecnico del Sassuolo, ha parlato alla vigilia del match contro lo Spezia. Le sue dichiarazioni.

PROVA DI MATURITÀ – «Sì, assolutamente. Una grande prova di maturità. Non sarà facile perché lo Spezia in casa è una squadra ancora migliore di quello che sta facendo fuori. La rispettiamo. Sappiamo che dobbiamo dare delle risposte differenti rispetto alle partite precedenti, dovremo essere bravi e determinati. Cosa mi preoccupa di più? Più che preoccupazione parlerei di rispetto. Lo rispetto tanto. In casa ha una forza doppia perché sembra che giochino con più ardore, più intensità, lo stadio, il pubblico, oltre alle qualità che hanno, hanno giocatori di qualità che possono metterci in difficoltà. Dovremo essere bravi a fare la nostra partita e a difenderci bene quando ci saranno le occasioni dello Spezia».

BOGA – «E’ disponibile e sarà con noi domani».

BERARDI – «Io cerco di metterlo nelle condizioni di far bene, incide perché ha qualità. Ha fatto bene da quando ha iniziato, la Nazionale, sono esperienze che uno assimila e Domenico diventerà sempre più importante per noi e lo sta dimostrando sempre».

RASPADORI – «Nota dolente è eccessivo. Se guardiamo i numeri sono al di sotto delle aspettative che lui ha creato su se stesso. Viene da una stagione dove ha fatto bene, è ua un terzo del percorso e farà bene, sono sicuro. Si è messo a disposizione per un ruolo che può ricoprire. I numeri sono al di sotto delle aspettative che avete, ma non è al di sotto delle aspettative che ho io. Su di lui ci sono tante aspettative, bisogna dare tempo, a prestazioni sta facendo. Se gioca? Ho un po’ di dubbi ma non su Giacomo. Credo che l’importante sia essere in partita mentalmente dal primo all’ultimo minuto perché la partita sarà difficile. E’ difficile affermarsi ma è più difficile confermarsi. Noi in queste partite ci siamo affermati e si è parlato un po’ di noi. Ora dobbiamo confermarci ed è la cosa più difficile»