Conferenza stampa Mancini: «Vogliamo vincere facendo la partita»

Mancini
© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Mancini: le parole del ct azzurro alla vigilia della sfida contro l’Armenia di domani sera a Palermo

Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di domani sera contro l’Armenia che si disputerà a Palermo. Queste le parole del commissario tecnico azzurro riportate da Tuttomercatoweb.

DIECI VITTORIE – «Io non mi aspettavo dieci vittorie, ma la qualificazione, questo sicuramente. L’obiettivo primario non è stato quello di vincere, ma di diverso per riportare i tifosi intorno alla Nazionale, poi dare la possibilità ai giocatori per un calcio vincente. Fossimo riusciti a fare questo poi i risultati sarebbero stati la conseguenza. Non volevamo vincere speculando, ma cercando di fare la partita. Rischiando, anche, e i giocatori lo hanno assimilato velocemente».

PRESSIONE – «Quando ho parlato con i giocatori ho detto di volere fare qualcosa di diverso. Ho avuto la fortuna che i ragazzi abbiano creduto a qualcosa di diverso, oltre a tanti giocatori tecnicamente bravi, magari con meno qualità fisiche. Abbiamo avuto la possibilità di gestire la gara, poi corrono e sono giovani. Se recuperiamo la palla alta concediamo meno, è una cosa banale ma è la realtà. A Bologna, la prima partita di Nations League, l’abbiamo giocata così così nel primo tempo. Nel secondo bene. A Genova contro l’Ucraina potevamo vincere 5-0, invece è finita 1-1… Noi dominiamo la partita, ora siamo migliorati e possiamo farlo ancora. La cosa positiva è che ci sia un buon feeling tecnico e fuori dal campo».

TONALI – «Se gioca? Siamo in alto mare con la formazione, dobbiamo vedere oggi e domani per il recupero di venerdì. Un po’ di stanchezza c’è, faremo dei cambi»

LACUNE – «Ci sono… a Zenica, sul 2-0, abbiamo incominciato a difendere più bassi. Alle volte trovi la squadra che ti mette lì, non devi lasciare spazio. Invece lo abbiamo fatto… Dobbiamo difendere bene, più chiusi e più rapidi, oppure rimanere più alti quando sei in vantaggio di uno o due gol. Puoi anche non avere giocatori pronti»

ARMENIA – «È una partita dove dobbiamo migliorare, pure se non conta niente. Fare gol, difendere bene, gioco… sono tre cose importanti per una squadra forte»

PALERMO – «È un piacere essere qui, Palermo merita la Serie A per pubblico e città. Il dispiacere che non ci sia è tanto. Noi abbiamo bisogno dei tifosi, dobbiamo giocare bene per sostenerci. Potrà essere una serata divertente, pure se la gara non sarà semplice, all’inizio»