Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Modolo: «Dalla D alla A con il Venezia, impensabile»

Pubblicato

su

Marco Modolo ha fatto il suo esordio in Serie A con il Venezia e ha fatto il punto della situazione in conferenza stampa

Dalla Serie D alla Serie A, Marco Modolo, il capitano del Venezia ha fatto il punto sui lagunari in conferenza stampa.

EMOZIONI – «Adesso sto bene, ho avuto uno stiramento in ritiro, poi ho avuto qualche problema al ginocchio e successivamente l’influenza. Ora finalmente è un mese che lavoro bene e mi sento bene. Domenica è stato molto bello, i tifosi mi hanno dimostrato il loro affetto e supporto anche se per questi mesi non ho giocato».

FASCIA DA CAPITANO – «Quello di Ceccaroni è stato un bellissimo gesto, anche se non si poteva. Fosse stato possibile il cambio gliel’avrei lasciata, per il giocatore che è, per l’uomo e per il gesto che voleva fare. È un ragazzo umilissimo, sono contento che quest’anno la fascia sia sua, si sta alternando con Molinaro. Dalla D alla A sembra passata un’eternità, ma in realtà non è passato così tanto tempo. Credo che alla fine sia in D che poi in C, in B e in A credo nessuno si aspettasse la scalata. C’era però, almeno a livello personale, la sensazione di essere al posto giusto al momento giusto, con un progetto importante per arrivare a traguardi importante. Siamo passati ai pochi spettatori della D allo stadio pieno in A con tanti bambini con le maglie del Venezia, credo che a Venezia fosse davvero dai tempi di Recoba che non ci fosse questa atmosfera, ti fa capire quello che è stato fatto in questi anni, credo sia il senso più profondo di quello che abbiamo fatto. Vedere l’ambiente che cresce intorno è qualcosa di speciale».

GOL SFIORATO – «Io e Lotti (il preparatore dei portieri del Venezia ndr) ogni tanto parliamo, prima della partita mi ha abbracciato e mi ha detto che si aspettava il mio esordio con gol decisivo. Poi mi ha detto che non potevo cambiare quanto detto»