Costa: «Sampdoria, quanti ricordi!»

© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore, attualmente al Parma, parla del suo periodo alla Samp

Andrea Costa, difensore del Parma, ha rilasciato una lunga ed emozionante intervista ai microfoni de “Il Secolo XIX” ripercorrendo la sua carriera e parlando in particolar modo del suo passato alla Sampdoria. Costa ha realizzato il primo gol in A della nuova Sampdoria, dopo il calvario in B, nell’agosto del 2012 contro il Milan (prossimo avversario degli uomini di Mihajlovic), un orgoglio per il difensore: «Dalla B alla A fu una grande cavalcata, poi la vittoria alla prima in serie A con un mio gol…».

TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO – Costa ha parlato con grande emozione dei suoi trascorsi in blucerchiato: «Emozioni fortissime, quasi tutte belle. Penso all’avvio difficile in B e all’incredibile rimonta, culminata nella promozione. E poi i due anni di A. Il ricordo più bello? Il giorno più bello è quello di Varese, perché fu un’impresa di squadra che pareva impossibile e divento realtà». Ora Costa difende la maglia del Parma, domenica è uscito per un infortunio muscolare ma non è nulla di grave, come rassicura lo stesso difensore: «Stagione assurda, maledetta. In certi momenti ci sentivamo tutto tranne che dei calciatori. Ora c’è un minimo di serenità. La cosa che ha fatto più male sono stati i personaggi che ci hanno trattati come burattini. La classifica è pessima, ma stiamo mostrando una gran forza di gruppo». Chiosa sul futuro: «Mi aspettavo un bel campionato della Sampdoria. Futuro? Vedremo cosa succederà a Parma, voglio chiudere al meglio il campionato».