Connettiti con noi

Azzurri

Costa (Sottosegretario alla Salute): «Europeo? Non potevamo perdere un evento così importante»

Pubblicato

su

Stadio

Il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa, durante un’intervista, ha commentato la possibilità di far partecipare i tifosi all’Europeo

Gli Europei si avvicinano e il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa, intervistato da Radio Punto Nuovo, è tornato su un argomento molto caldo, come quello della riapertura degli stadi al pubblico per un evento così importante. Ecco le sue dichiarazioni.

PROSPETTIVE POSITIVE – «La decisione di far partecipare il pubblico agli Europei costituirà un punto di partenza per il ritorno alla normalità. In base ai numeri, al piano vaccinale e alle dosi da somministrare, posso dire che per gli Europei le prospettive sono più che positive. Non potevamo perdere un evento così importante: vogliamo infondere fiducia e non dobbiamo dimenticare che lo sport vuol dire tante cose: è inclusione sociale, è formazione dell’individuo. Stiamo lavorando duramente e con Draghi c’è stato sicuramente un cambiamento di passo molto importante».

PASSAPORTO VACCINALE – «Sono a favore del passaporto vaccinale ma è un tema che potrà essere affrontato solo nel momento in cui tutti i cittadini avranno la possibilità di vaccinarsi, si creerebbero delle discriminazioni che vogliamo evitare».

RIAPERTURA – «Da parte dell’UEFA c’è stata la richiesta di riempire per circa 25% gli stadi, varrebbe a dire 14-15.000 spettatori all’Olimpico di Roma. Abbiamo già contattato il Comitato Tecnico Scientifico per elaborare un protocollo e garantire questa presenza. Sarà il punto di partenza per ripartire poi anche con gli altri eventi».

COVID AZZURRO – «Il ritiro della Nazionale mette in evidenza che nonostante i protocolli il virus c’è, evidentemente qualcosa non ha funzionato».