Crisi nera Carpi: passa anche il Chievo

© foto www.imagephotoagency.it

Decisive le reti di Inglese e Meggiorini, autogol di Gamberini

Due reti del Chievo Verona in apertura di gara – le firme di Inglese e Meggiorini, servito proprio dal primo in occasione del raddoppio clivense – e l’autorete di Gamberini nella ripresa: il Carpi perde ancora, gli uomini di Maran ritrovano la vittoria dopo sette gare in cui erano arrivati tre pareggi e quattro sconfitte.

PRIMO TEMPO – Punti chiave in palio per due squadre in enorme difficoltà: Carpi fanalino di coda della classifica, per il Chievo appena tre punti nelle ultime sette gare di campionato. Il primo tentativo della gara arriva già al 2’ minuto dai piedi di Birsa, rasoterra incrociato che non crea però grattacapi a Belec, ottima partenza degli ospiti che passano in vantaggio già all’’8’ minuto: punizione perfettamente calciata da Birsa, irrompe Inglese che fredda Belec con un preciso colpo di testa e sigla il gol dell’ex, il secondo del suo campionato. Al 10’ timido tentativo di reazione da parte del Carpi con una poco pretenziosa punizione di Gabriel Silva respinta dalla barriera, al 14’ arriva già il raddoppio del Chievo: rapidissimo uno-due tra Inglese e Meggiorini, l’attaccante gialloblu si presenta a tu per tu con Belec e lo trafigge con un preciso e potente sinistro incrociato. Uomini di Maran vicino al tris al 27’: Castro per Birsa che con un gran numero si libera di mezza difesa avversaria, salvataggio di Zaccardo in extremis, sul seguente corner è Belec a superarsi sull’incornata di Cesar. Imbarazzante precarietà difensiva per gli emiliani. Clamorosa chance fallita da Mbakogu alla mezzora, il centravanti si ritrova il pallone tra i piedi in posizione comodissima ma manda a lato. Nell’ultimo quarto d’ora il Carpi prova a reagire ma affidandosi più ai nervi che ad una reale proposta offensiva, ci prova Bubnjic al 43’ ma la sua traiettoria della girata è controllata da Bizzarri: all’intervallo si va su un pesante 0-2 per gli uomini di Castori.

SECONDO TEMPO – Si riparte con una sostituzione adottata da Castori: va fuori Pasciuti, in campo al suo posto Di Gaudio. Entra subito in partita il centrocampista del Carpi: tiro a giro al 4’ minuto e palla che termina di poco a lato della porta difesa da Bizzarri. La reazione dei padroni di casa è almeno inizialmente affidata a qualche piazzato di fatto ben controllato dalla retroguardia ospite, Chievo che per ora si limita a gestire il doppio vantaggio e dunque le operazioni della partita. La gara si riapre al 16’ minuto: Letizia – ancora una volta il migliore dei suoi – lascia partire un tiro-cross che si stampa sulla traversa, la palla rimbalza sul corpo di Gamberini che non riesce ad evitare la sfortunata autorete. Ci riprova ancora il solito Letizia con un rasoterra dal limite dell’area di rigore attutito dalla retroguardia del Chievo, vivo il Carpi adesso che al 23’ ci riprova con Lollo ma il suo tiro dalla media distanza è bloccato da Bizzarri, sfortunato al 25’ quando l’anticipo di testa firmato Mbakogu termina di un pelo a lato della porta avversaria. Si rifà vivo il Chievo dalle parti di Belec, è una girata del subentrato Paloschi a creare apprensione, Bizzarri fa il miracolo in chiusura quando devia in corner un pericoloso pallonetto di Mbakogu e poi è attento sulla battuta da limite di Gabriel Silva: termina 1-2.

IL CHIEVO REGGE NELLA RIPRESA – Assolo Chievo nella prima frazione di gara a cui a dire il vero basta eseguire il minimo indispensabile per avere la meglio su un avversario oggettivamente imbarazzante in termini di tenuta difensiva: due infilate e risultato in cantiere, da segnalare la prova di Inglese autore di gol ed assist. Ripagata in pieno la fiducia concessagli da Maran. L’ingresso in campo di Di Gaudio all’intervallo quantomeno scuote il Carpi: lui sulla corsia sinistra, Letizia sulla destra e gli emiliani iniziano a macinare chilometri sulle corsie. L’autorete di Gamberini riapre solo parzialmente la gara: il Chievo espugna il Braglia e torna alla vittoria dopo sette turni all’asciutto.

TABELLINO – CARPI – CHIEVO 1-2

Marcatori: Inglese (CH) 8’, Meggiorini (CH) 14’, Gamberini (CH) 61’ aut.

Ammoniti: Carpi – Lollo, Gagliolo, Gabriel Silva, Zaccardo; Chievo – Birsa, Inglese, Radovanovic

Espulsi: Carpi – Castori per proteste

 Carpi (4-4-1-1): Belec; Letizia, Zaccardo, Bubnjic (al 58’ Gagliolo), Gabriel Silva; Matos, Marrone (al 71’ Lasagna), Bianco, Pasciuti (al 46’ Di Gaudio); Lollo; Mbakogu. In panchina: Brkic, Benussi, Romagnoli, Wallace, Iniguez, Wilczek, Cofie, Martinho. Allenatore: Fabrizio Castori

Chievo Verona (4-3-1-2): Bizzarri; Frey, Cesar, Gamberini, Gobbi; Castro, Rigoni, Hetemaj; Birsa (al 74’ Pepe); Meggiorini (all’82’ Radovanovic), Inglese (al 66’ Paloschi). In panchina: Bressan, Seculin, Dainelli, Sardo, Cacciatore, Pinzi, Christiansen, Mpoku, Pellissier. Allenatore: Rolando Maran