De Laurentiis vs Allegri: «Napoli bello e vincente. Inglese a gennaio…»

de laurentiis
© foto www.imagephotoagency.it

Aurelio De Laurentiis risponde alla frecciata di Max Allegri e rilancia il suo Napoli

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha parlato ai microfoni di Premium Sport del Napoli e della sfida scudetto con la Juventus. Max Allegri ha lanciato una frecciatina contro quelli che giocano bene ma non vincono, cosi il patron degli azzurri si è sentito in dovere di rispondere: «Ognuno se la canta e se la suona. Io dico che siamo belli e vinciamo. Higuain? Penso senta più lui la mancanza di Sarri che viceversa. Gonzalo l’abbiamo rispolverato dal Real e rilanciato, chi è venuto a Napoli non aveva mai segnato 30 goal: Cavani, Lavezzi, Quagliarella, che avrei tenuto se avessi saputo cosa c’era dietro…».

Sulla super sfida di sabato contro la Roma: «Avevo chiesto di spostare la gara al pomeriggio per far venire i tifosi e favorire i controlli dopo il tragico episodio della morte di Ciro Esposito. Ma ci hanno ripensato per qualcosa accaduto in Lazio-Napoli, comunque chi non risiede in Campania può venire».

De Laurentiis poi rivela un retroscena sull’acquisto di Roberto Inglese e sulla possibilità di vederlo a Napoli già a gennaio: «Alle 18 del 31 agosto dissi: “Voglio Inglese” perchè sentivo nell’aria che c’era qualcosa che non andava e gli dissi che in caso di incidente avrei potuto bussargli a gennaio. Busserò al Chievo, ma non vi dico altro».

Sul futuro di Maurizio Sarri: «È un toscano. È nato a Napoli, è un toscanaccio preciso ma dopo questi tre anni è anche napoletano: un po’ ‘paravento’, vedremo cosa accadrà. Gli auguro in ogni caso una carriera luminosa».