Diffidati Atletico Madrid-Real Madrid: Juventus, occhio alla regola

isco real madrid
© foto www.imagephotoagency.it

Diffidati Atletico Madrid-Real Madrid, derby di ritorno semifinale Champions League 2016/2017: verso la finale di Cardiff con la Juventus nessun pericolo. Ecco la regola

Nessuna sorpresa, almeno in teoria: in vista di Atletico Madrid-Real Madrid, derby di stasera ritorno delle semifinali di Champions League 2016/2017 in programma allo Stadio Vicente Calderon (qui tutte le info per seguirla: Atletico Madrid-Real Madrid Streaming gratis e diretta tv: come vederla), non dovrebbero esserci novità in termini di diffidati e cartellini. Lo stabilisce il regolamento, esattamente come accaduto ieri per Juventus-Monaco (Diffidati Juventus-Monaco: ecco cosa dice il regolamento). Nessun giocatore dunque delle “Merengues” e dei “Colchoneros” rischierebbe ipoteticamente di saltare la finale di Cardiff del 3 giugno 2017 contro la Juventus (e questa per i bianconeri potrebbe non essere una buona notizia), perché dopo i quarti di finale tutti i cartellini gialli sono stati di fatto azzerati e per finire in regime di diffide ne occorrerebbero almeno tre in due partite (mission impossible, a meno che due cartellini gialli non occorrano allo stesso giocatore nella stessa partita, ma in quel caso sarebbe espulsione automatica e squalifica di conseguenza, come per qualsiasi cartellino rosso).

Diffidati Atletico Madrid-Real Madrid: Juventus, occhio alla regola

In sostanza nessun giocatore di Atletico e Real Madrid al momento è diffidato e, anche in caso di giallo, nessun giocatore di entrambe le squadre spagnole rischierebbe la squalifica in vista della finalissima, a meno che appunto non si faccia espellere. Nella partita di andata i giocatori ammoniti furono Koke, Stefan Savic e Saul Niguez per l’Atletico Madrid, oltre ad Isco per il Real Madrid: tutti questi giocatori sono a quota un cartellino giallo, anche con un secondo non scatterebbe la diffida (che arriverebbe solo al terzo cartellino giallo, decisamente non in tempo per la finale contro la Juventus).