Esclusiva, Rivas: “Verona, darò tutto per il progetto e i tifosi. Mi volevano in A ma…”

© foto www.imagephotoagency.it

E’ stato annunciato ieri l’ultimo colpo di mercato dell’Hellas Verona. Grazie al prezioso lavoro del ds Sean Sogliano, la società gialloblu è riuscita ad assicurarsi le prestazioni dell’ex esterno di Bari e Varese Emanuel Benito Rivas. Poco dopo la conferenza stampa di questa mattina, la redazione di CalcioNews24.com ha raggiunto in esclusiva l’argentino, che ha esternato le sue prime sensazioni da giocatore dell’Hellas: “Sono rimasto veramente molto impressionato, sia per l’organizzazione sia per la gente sia per il progetto che ci sono a Verona. La società punta in alto e partire in questo modo è importante. Sappiamo che sarà difficile, ma partiamo con questi presupposti ed è un buon punto di partenza. Si tratta di un qualcosa di molto ambizioso. Il direttore sportivo Sogliano mi ha seguito, mi apprezzava ed è bello sentirsi voluto così fortemente. Adesso voglio ripagare la fiducia sul campo”. Ma, come vi avevamo rivelato nella giornata di ieri, non c’erano solo gli occhi del club scaligero su Rivas: “Sì è vero, c’erano varie voci riguardanti interessamenti da parte di società di B e anche di A, ma mi è piaciuto tanto il progetto dell’Hellas. Inoltre la mia intenzione era quella di iniziare con la nuova squadra fin dal ritiro estivo, non volevo ritardare tanto la decisione e stare ad aspettare troppo. Ho subito detto sì e ho deciso di venire a Verona”. La tifoseria veronese è pronta ad accoglierlo con il calore che la ha da sempre contraddistinta: “E’ stato uno dei fattori che mi ha spinto a compiere questa scelta; l’attaccamento della gente a Verona è molto simile a quello in Argentina. Cosa mi sento di promettere? Più che promettere di dare tutto, di lasciare tutto in campo e di dare il 100% non si può dire. Sarà molto dura, si sa che non è mai facile in Serie B. Noi punteremo fino alla fine al massimo, a dare tutto per stare nei primissimi posti della classifica. Sappiamo benissimo, però, a cosa andiamo in contro”.

Twitter: @lucaiannone24