Esclusiva, Spinelli: “Peccato per l’infortunio di Bardi, meritavamo il pari”

© foto www.imagephotoagency.it

Un buon Livorno esce senza punti dalla trasferta di San Siro. L’Inter ringrazia l’errore di Bardi che è valso il vantaggio, Nagatomo nel finale ha chiuso la gara regalando tre punti importanti a Mazzarri. Per raccogliere gli umori a freddo, la redazione di Calcionews24.com ha raggiunto il presidente degli amaranto Aldo Spinelli.

Ieri sera si è visto un buon Livorno ma non è bastato, Presidente.
Un ottimo Livorno non buono. Io credo che la partita è stata incanalata da quel errore che fanno anche i grandi portieri.”

Bardi si è poi riscattato con delle ottime parate.
“Sa però, purtroppo questi palloni sono leggeri. Sono cose che succedono, peccato perchè la squadra ha giocato bene. Il pari ce lo saremmo anche meritati, per come abbiamo interpretato la partita.”

Cosa le è piaciuto di più della gara di ieri?
“Ho visto un grande Emerson, ma anche Schiattarella. I giocatori della nostra promozione sono stati i migliori in campo, tanto per essere chiari. Però purtroppo non serve, perchè quando in un infortunio del genere poi squadre come l’Inter non te le perdona. Peccato perchè poi quella situazione con Paulinho, è difficile commentare. Abbiamo fatto bene, tanti giocatori San Siro l’avevamo vista solo in tv e l’adrenalina gioca brutti scherzi. Abbiamo fatto una bella gara, l’importante era uscire a testa alta e noi l’abbiamo fatto. Avevamo sei giocatori fuori, tutta la mediana con Biagianti e Greco fuori. L’attacco dell’Inter, il migliore della A, ha faticato tantissimo. Sono contento di aver visto giocatori che non avevano giocato come Valentini che ha dimostrato che la serie A la può fare. Abbiamo visto Luci e Benassi molto bene, molte sono le cose positive ieri sera. Abbiamo preso gol su un errore, perchè il secondo conta poco. La squadra c’è, l’allenatore ha avuto segnali anche dalle alternative per il futuro che ci vedrà protagonisti.”

Tante note positive ma anche alcune meno: Emeghara non trova la via della rete.
Emeghara verrà fuori, gli attaccanti possono vivere momenti come questi. Bisogna aiutarlo perchè ha grande doti, velocità e fiuto del gol. Noi l’aspettiamo, con gli attaccanti serve pazienza.”