Gattuso sfida l’Arsenal: «In difficoltà, ma li rispettiamo. Wenger? Nessun confronto»

gattuso milan
© foto www.imagephotoagency.it

Vigilia di Milan-Arsenal, andata degli ottavi di finale di Europa League 2017/2018: le parole in conferenza stampa del tecnico rossonero Gennaro Gattuso

Dopo aver ricordato l’ex compagno Davide Astori, Gennaro Gattuso si è presentato in conferenza stampa per presentare la sfida Milan-Arsenal in programma domani a San Siro, andata degli ottavi di finale di Europa League. Ecco le sue parole: «L’Arsenal è in difficoltà, ma ha grandissimi campioni e ha segnato 18 reti in Europa League. C’è grande rispetto, noi dovremo fare una grande partita. Era da diversi anni che il Milan non giocava una partita in Europa con 70 mila persone». Continua Ringhio, parlando della scarsa esperienza europea della squadra: «Tolti Bonucci e Biglia, la nostra squadra ha pochissima esperienza in Europa: siamo molto giovani. L’età media è di 23-24 anni, questo ci servirà ad alzare l’asticella, anche in vista del futuro».

Continua Gennaro Gattuso, parlando di Patrick Cutrone: «Cutrone da solo non salva nulla: è la squadra che fa lavoro sia in fase offensiva che in fase difensiva. Ogni singolo giocatore si deve mettere a disposizione del collettivo, del singolo me ne può fregare di meno». Infine, una battuta sul confronto con Arsene Wenger: «Non è una sfida con lui, non ci sarebbe partita. In carriera ha vinto tanto, sono 21 o 22 anni che allena la stessa squadra. Il mio percorso è ancora lungo: sarà una partita molto interessante, con una mentalità più nuova che è la mia e con lui che ha esperienza. Lo saluto e mi metto al mio angolo: i paragoni non si possono ancora fare».