Europa League, girone E: Pandurii – Fiorentina, pagelle

© foto www.imagephotoagency.it

La Fiorentina vince grazie ad uno strepitoso Cuadrado

Cuadrado permette alla Fiorentina di vincere in Romania e ottenere la matematica qualificazione ai sedicesimi di finale di UEL. Tra i rumeni Pereira sugli scudi

Pandurii

Stanca sv – Confermato titolare nonostante la gara non perfetta dell’andata è costretto ad uscire per infortunio dopo nemmeno 23 minuti. (23’ pt Mingote 7 – Grande partita. Tiene a galla i suoi fino alla fine prima di capitolare in pieno recupero sul tiro di Borja Valero)  

Ungurusan 6 – Mette a ferro e fuoco la fascia destra grazie alla serata no di Alonso
Christou 5 – Patisce Matos e glòi concede il gol dell’1-1
Erico 5.5 – Giusto il tempo di rischiare l’espulsione su Matos prima di finire ko. (42’ pt Mamele 6 – Debutto nel girone dopo aver giocato sempre titolare nei preliminari. Fa il compitino)
Momcilovic 6.5 – Che corsa e che tiro. L’unico a provare qualche sortita offensiva. Munua gli dice di no due volte dalla distanza

Breeveld 5 – Buoni piedi un po’ fumoso
Anton 5.5 – Fa a sportellate in mezzo al campo

Buleica 6.5 – Moto perpetuo: sfiora il gol al 21’ e sforna il cross per il vantaggio di pereira. Con la sua velocità mette in difficoltà la difesa viola
Eric Pereira 7.5 – Non solo il gol ma anche assist, tanta qualità e tanta corsa. Il migliore
Distefano 5.5 – Ha a che fare con Joaquin, non proprio un cliente comodo. (41’ st Sipo sv)

Dos Santos 5.5 – Dribblomane: scarta pure sé stesso. Una sola cosa buona: il tiro respinto da Munua 

Fiorentina
Munua 6.5 – Non può nulla sul gol di Pereira. Per il resto è attento: respinmge tutto quello che passa dalle sue parti

Roncaglia 5.5 – Non è in serata. L’unica cosa buona è il recupero su Pereira che vale come un gol. (34’ st Capezzi sv – Prodotto del vivaio viola: esordisce a 18 anni in Europa League)
Rodriguez 6 – Capitano diligente
Compper 5.5 – Si vede pochissimo e commette qualche errore di troppo
Alonso 5 – Serata no. Chiunque passi dalle sue parti ha vita facile

Cuadrado 8 – Schierato insolitamente suklla destra ci mette un po’ a trovare la quadra. Ma quando la trova non ce n’è per nessuno. Se la Fiorentina rimonta lo deve solo a lui e alle sue invenzioni  Aquilani 6.5 – Meglio nella ripresa quando al suo fianco c’è Borja Valero
Mati Fernandez 5.5 – Non benissimo. Ha grandi qualità ma non è in serata. Sfiora il gol con una gran botta dalla distanza e nulla più. (21’ st Ilicic 6.5 – Rientrava da un brutto infortunio alla caviglia e non doveva nemmeno essere convocato. Mette il pepe sulla partita con le sue finte. Non giocava dal 26 settembre)

Joaquin 6.5 – Troppo lezioso nell’azione che ad inizio gara poteva sbloccare il risultato ma le sue accelerazioni sono sempre preziose
Matos 6 – Si accende a sprazzi ma sull’1-1 si trova nel posto giusto al momento giusto
Iakovenko 5 – Non entra mai in partita: bocciato da Montella ad inizio ripresa. Si farà. (1’ st Borja Valero 7 – Di un altro pianeta. Con lui in campo si accende la luce. Segna il gol della vittoria dopo essersene mangiato uno clamoroso ad inizio ripresa)