Fiorentina, ag. Mutu: “Parole brutte dalla società  su di lui”

© foto www.imagephotoagency.it

E’ terminata pochi minuti fa la conferenza stampa indetta da Adrian Mutu e dal suo agente Giovanni Becali. Il procuratore dell’attaccante della Fiorentina, dopo la decisione da parte della squadra viola di estromettere il rumeno dalla rosa, ha avuto parole molto dure nei confronti della società  toscana: “Tre giorni fa sono stato in società  da Pantaleo Corvino per parlare direttamente con Andrea Della Valle. Di fronte a Mencucci, Corvino e Della Valle ho sentito parole brutte nei confronti di Mutu, parole come bastardo, mela marcia e tumore. E mi hanno riferito che non sarebbe stato convocato per la partita con il Bologna. Ho chiamato Adrian per informarlo del fatto che la società  aveva l’intenzione di cederlo all’estero, da questo è scaturita la sua reazione – riporta repubblica.it – . Corvino non mi aveva mai specificato che Mutu in caso di cessione sarebbe dovuto andare all’estero. Questo si è venuto a sapere solo dopo che è arrivata la richiesta da parte del Cesena. Oltre al Cesena un’altra squadra si è interessata al giocatore, cioè il Bologna. Dall’estero nessuna richiesta. La Fiorentina sembra il Partizan Belgrado. Chiamatela Partizan Belgrado Fiorentina. La Fiorentina pensi a fare le scarpe”.