Fiorentina, Ljajic: “So quello che posso fare e dove posso arrivare”

© foto www.imagephotoagency.it

Il giovane neo acquisto della Fiorentina, Adem Ljajic, si è confessato ai microfoni del quotidiano serbo Blic, dove l’ex Partizan ha parlato dei suoi primi passi come giocatore viola: “Appena sono arrivato a Firenze ho fatto molti test per la prima settimana, poi mi sono aggregato al gruppo ed è arrivato anche il transfer necessario per giocare. La mia prima opportunità  è arrivata subito conto il Cagliari, un momento speciale. Il mister mi ha fatto giocare sull’esterno sinistro del centrocampo e sono riuscito a combinare qualcosa, tirando anche in porta una volta, penso sia andata bene. Prime impressioni sul calcio italiano? C’è una professionalità  enorme. Sono felice di essere arrivato in Italia dove ho trovato subito l’aiuto di Avramov e Jovetic. Stevan contro il Cagliari ha fatto un gol e un assist, ha giocato veramente bene. Loro due stanno rendendo più semplice il mio inserimento. L’arrivo a Firenze? Ero già  stato in città  per un torneo con il Partizan. Ho già  iniziato a prendere lezioni di italiano e non penso che ci saranno grossi problemi. Grosse aspettative su di me? Non sento pressioni, io credo in me stesso e so di cosa sono capace. Credo anche di averlo dimostrato dopo l’interessamento nei miei confronti del Manchester United. Io non mi sono mai sentito arrivato e ho continuato a lavorare e giocare per il Partizan. L’addio al Partizan? Amo quella società  e sono un po’ dispiaciuto di aver lasciato il club così giovane, ma questa è lo stato delle cose. Vorrei davvero ringraziare le persone che hanno permesso il mio passaggio alla Fiorentina, specialmente il direttore sportivo Ivan Tomic”.