Foggia, pres. Casillo: “Non è giusto che la società paghi per un odio solo nei miei confronti”

© foto www.imagephotoagency.it

In oocasione della presentazione della campagna abbonamenti “6X2“, Pasquale Casillo ha precisato: ““Sin da gennaio tutti sanno che non siamo più in grado di andare avanti con le nostre forze, siamo stanchi dei continui attacchi mediatici che subiamo giornalmente ed è il momento di finirla. Siamo soli, l´imprenditoria locale ci ha voltato le spalle e per questo abbiamo pensato all´ultimo tentativo, forse quello più estremo per salvare il calcio e l´U.S. Foggia che, se dovessimo riuscire ad iscrivere alla stagione 2012-13, lascerò comunque nelle mani del Sindaco: il problema di questa città sono io e non voglio che il Foggia paghi quest´odio nei miei confronti”.

Il patron del Foggia, sempre nel virgolettato tratto dal sito ufficiale del club pugliese, ha quindi aggiunto: “Abbiamo provveduto a consegnare la domanda d´iscrizione al prossimo campionato di 1^ Divisione, pagando la tassa come da regolamento attraverso ulteriori sacrifici… Abbiamo invitato tutti gli ex proprietari del Foggia ad anticiparci il pagamento delle loro sponsorizzazioni entro il 28/06 al fine di poter ottenere i soldi necessari per la fidejussione bancaria richiesta dalla Lega Pro e proponendo diverse comode soluzioni ma hanno rifiutato i nostri continui solleciti. Così non si può più andare avanti“.