Gasperini: «Mi aspetto almeno 4-5 giocatori. Muriel non è in condizione»

© foto www.imagephotoagency.it

Gian Piero Gasperini analizza la tournée inglese dell’Atalanta e parla del mercato: le parole del tecnico della Dea

Gasperini analizza la tournée inglese della sua Atalanta e parla del mercato. Le parole del tecnico a La Gazzetta dello Sport.

TOURNEE«Partite con squadre così forti ti fanno pensare: spero ci siano servite a imparare. A volte mi viene il dubbio che si possa insinuare un po’ di presunzione: vedo il rischio che la nostra squadra possa essere sopravvalutata. Dire che è difficile migliorare l’Atalanta sarebbe pericoloso: cercare di migliorare sempre è un dovere. Bisogna avvicinarsi a questo tipo di calcio. Qui abbiamo incontrato tre squadre che ci hanno attaccato sempre con sette giocatori: in Italia lo fa forse solo il Napoli, qualche volta. Una velocità che da noi troviamo poco, ma che in Champions troveremo tanto».

MERCATO«La società conosce le mie idee, farà quello che potrà. In agosto inoltrato? In A sono state sballate totalmente le date, il nostro mercato da tre mesi è un baraccone: tutti parlano e nessuno fa niente. Gli inglesi, che ragionano per il calcio e non per il cinema, iniziano la Premier nello stesso giorno in cui chiudono il mercato: sono più essenziali di noi che ci troviamo a chiudere tutti gli affari negli ultimi 15 giorni. Una cosa che non aiuta la costruzione di una rosa. Se sono preoccupato? Non ho detto questo. È chiaro che se nelle passate estati hai sempre preso dieci giocatori, l’anno che vai in Champions ti aspetti che ne arrivino almeno quattro o cinque. Ma non è un problema solo dell’Atalanta».

MURIEL «Dovrà migliorare la condizione, così fa fatica a giocare 90’: ci lavoreremo».