Genoa, caos positivi e cessione del club. Le ultime

© foto www.imagephotoagency.it

Genoa, scendono a 15 i positivi al Coronavirus: recuperati i due portieri e Radovanovic. Gestio Capital ritira l’offerta. Le ultime

La situazione in casa Genoa, dopo i tanti casi di Coronavirus accertati, è in via di normalizzazione. Le notizie più confortanti arrivano dai portieri rossoblù: Mattia Perin e Federico Marchetti hanno ricevuto il via libera per tornare ad allenarsi. Anche il tampone di Radovanovic è risultato negativo. Per oggi è prevista la ripresa degli allenamenti, dopo i due giorni di riposo.

Frena gli entusiasmi il presidente Enrico Preziosi: «La situazione del Genoa è leggermente migliorata, ma restano ancora quindici positivi. Poi c’è il problema che non si allenano da due settimane e chissà come faremo per le prossime partite». Ribadito poi il rispetto del protocollo da parte del Genoa: «Siamo stati molto rigorosi – procede Preziosi -, forse è partito tutto da Perin che ha incontrato alcune persone positive e si sa che ci sono i contatti nel calcio».

Sulla possibilità di un nuovo stop al campionato di Serie A, il numero uno del Genoa si sente di escluderlo al momento. Non ci sono le basi per interromperlo e, se tutti terranno bene a mente il protocollo prendendo le debite precauzioni, si potrà portare agevolmente a compimento. Diverso il parere sul cambio di formato e l’introduzione dei playoff: «Non siamo abituati ad avere i playoff, bisogna capire la formula per poterli importare anche in Serie A».

Arenata invece la trattativa per la cessione del club. Dopo Boulgoute anche Gestio Capital alza bandiera bianca. Gestio Capital precisa, in un comunicato, di aver presentato il 10 agosto una proposta di acquisto pari a 105 milioni di euro, poi ritirata non avendo trovato le condizioni per una proficua negoziazione con Preziosi. L’offerta da parte del patron rossoblù è stata ritenuta inadeguata e la trattativa definita una pagliacciata.