Connettiti con noi

Serie A

Gravina: «Un anno fa lo stop ma avevamo ragione rispetto alla Francia»

Pubblicato

su

Serie A Gravina

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, ha parlato della triste ricorrenze dell’ultima gara di Serie A prima del lockdown: le sue parole

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dello stop del calcio causa COVID di un anno fa.

UN ANNO FA«Il calcio rappresentava in quel periodo un momento di aggregazione in più che abbiamo congelato, per diversi mesi siamo stati fermi. Ma lo siamo stati solo per l’attività sportiva, non ci siamo mai arresi nel far capire e sentire la nostra vicinanza a tutti coloro che in quel momento soffrivano. Basti pensare al Centro sportivo di Coverciano che è diventato in quel momento un centro di accoglienza per tanti malati, allo scudetto del cuore e a tutte le iniziative che abbiamo voluto proporre per stare vicino a chi stava soffrendo. Ora il momento non è certamente migliore, ma siamo più consapevoli di quella che è la capacità da mettere in campo per gestire questo momento così difficile».

FRANCIA«È stata la giornata più triste, che ci ha fatto perdere quella forza che avevamo deciso di mettere in campo. Cominciavamo a pensare che una grande Federazione come quella francese avrebbe generato un effetto domino molto negativo, invece abbiamo resistito e abbiamo fatto bene perché la storia ha dimostrato che a sbagliare era stata la Francia. La strada che abbiamo seguito si è rivelata quella giusta».

EUROPEI CON TIFOSI«Ora abbiamo i mezzi tecnici e scientifici per affrontare questa pandemia, la soluzione definitiva che ci consentirà di tornare alla normalità è il vaccino. Se in questi 2 o 3 mesi riusciamo a incentivare la campagna vaccinale sicuramente avremo un campionato europeo con i tifosi per tifare per la nostra Nazionale».